Proposta di modifica n. 17.50 al ddl C.1145 in riferimento all'articolo 17.
argomenti:    

testo emendamento del 17/06/08

Sostituire il comma 1 con i seguenti:
1. Lo Stato è autorizzato ad anticipare la liquidità necessaria per far fronte alle spese derivanti dal presente decreto, ad eccezione di quelle derivanti dagli articoli 11, comma 12, e 16, nei limiti di un ammontare complessivo non superiore a 150 milioni di euro per l'anno 2008, che costituisce limite di spesa per il trasferimento delle risorse, in relazione alle esigenze, sull'apposita contabilità speciale di cui un importo pari al dieci per cento è destinato a spese di parte corrente finalizzate alla risoluzione dell'emergenza.
1-bis. La Regione Campania, in funzione delle risorse anticipate dallo Stato per far fronte all'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nel territorio regionale, è tenuta a restituire le risorse di cui al comma 1 e le eventuali risorse di cui al comma 3-bis, in un periodo non superiore a venti anni a partire dalla cessazione dello stato di emergenza. L'importo così determinato è acquisito in apposito capitolo del bilancio dello Stato. Le condizioni per la restituzione delle risorse sono individuate in un apposito accordo da stipulare fra il Ministero dell'economia e delle finanze e la Regione Campania. Ai fini del rimborso del prestito di cui al primo periodo, la Regione Campania individua i comuni beneficiari degli interventi previsti dal presente decreto e stabilisce la quota che ciascun comune è tenuto a versare alla regione medesima a valere sulle entrate relative alla gestione ordinaria del ciclo di smaltimento dei rifiuti.

Conseguentemente, al comma 3-bis, secondo periodo, sostituire le parole: rispetto alla dotazione del Fondo con le seguenti: rispetto all'ammontare.