Ordine del Giorno n. G48.0.300 (già em. 48.0.300) al ddl S.733
  • status: Accolto (Accolto dal Governo)

testo emendamento del 05/02/09

Il Senato della Repubblica, in sede di esame dell'Atto Senato n. 733, recante disposizioni in materia di sicurezza pubblica e nello specifico dell'articolo 48,

            premesso che:

            il grave problema degli incidenti stradali legati alla guida in stato di ebbrezza causa purtroppo frequenti stragi sulle strade italiane ed allarma l'opinione pubblica;

            un recente studio della Commissione Europea ha stimato che in Italia il 30 per cento dei decessi per incidenti stradali, e il 50 per cento degli incidenti non mortali, ha una correlazione con l'uso di alcol;

            secondo i dati della Polizia di Stato tra gennaio e giugno del 2008, in Italia, 22.956 conducenti sono risultati positivi al test dell'etilometro e su 60.157 incidenti sulle strade ben 1.459 sono state le vittime;

            la gravità del problema è evidente ed è necessario trovare al più presto una soluzione che contrasti in modo radicale il ripetersi di questi tragici incidenti;

            le Forze dell'ordine, nonostante l'encomiabile impegno, non possono comunque essere sufficienti a controllare tutte le strade, mentre l'inasprimento delle pene, seppur opportuno, può non incidere come deterrente verso quei soggetti che hanno perso lucidità e capacità di valutazione a causa dello stato di ebbrezza;

            una soluzione realmente efficace potrebbe essere l'utilizzo di tecnologie integrate nell'auto in grado di impedire a chi ha bevuto troppo di mettersi alla guida;

            grazie agli sviluppi della ricerca nel settore delle nanotecnologie e dell'elettromedicale è possibile integrare nel sistema di messa in moto dei veicoli la tecnologia di un etilometro che impedisca l'avviamento del veicolo se il conducente ha un tasso di alcol nel sangue superiore al livello consentito per legge;

            qualora si rendesse disponibile, questa soluzione potrebbe gradualmente essere integrata tra gli accessori di sicurezza prescritti per gli autoveicoli, così come è stato in passato per dispositivi oggi considerati irrinunciabili quali, ad esempio, le cinture di sicurezza, gli airbags o i poggiatesta,

        impegna il Governo:

            ad invitare le case automobilistiche, ovvero le aziende del settore componentistica auto, a presentare, al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, entro 12 mesi dall'approvazione della presente legge, progetti o prototipi di apparecchiature o sistemi in grado di misurare il tasso alcolemico, integrabili negli apparati di avviamento delle autovetture;

            tali apparecchiature potranno impedire l'avviamento dell'autovettura o ridurne le prestazioni, nel caso in cui il conducente superi il limite di tasso alcolemico consentito;

            gli uffici tecnici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti effettueranno valutazioni propedeutiche alla successiva eventuale omologazione compatibilmente con le normative europee di settore.

________________

(*) Accolto dal Governo