Ordine del Giorno n. G/1209/12/8 al ddl S.1209

testo emendamento del 27/11/08

La 8a Commissione permanente,

            in sede di esame della disegno di legge AS 1209 recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2009),

        premesso che:

            la grave crisi economica e finanziaria che sta caratterizzando le principali economie mondiali e che lascia prevedere una drastica caduta della domanda aggregata, con un azzeramento della crescita dell'area euro e un'ancor peggiore performance per l'Italia, meriterebbe una risposta ben più incisiva e coraggiosa di quanto contenuto nella manovra di bilancio predisposta dal Governo;

            un forte investimento nel potenziamento e ammodernamento delle infrastrutture del nostro Paese rappresenterebbe una delle più lungimiranti azioni anticicliche che dovrebbero essere perseguite; appare necessario un particolare sforzo per l'individuazione delle opportune risorse finanziarie e di coordinamento con i governi territoriali, al fine di massimizzare i risultati, in tempi certi, per la realizzazione di quelle infrastrutture maggiormente attese dai territori;

            in tale contesto, da anni la Regione Lazio ha avviato un proficuo confronto con il Governo centrale al fine di definire un complesso intervento di infrastrutturazione viaria, all'interno della quale trova un ruolo strategico la realizzazione della variante della strada statale 7, in prossimità della città di Formia;

            la cosiddetta «pedemontana di Formia», superando l'attuale congestionamento da traffico pesante che attanaglia la città del Sud Pontino, rappresenterebbe inoltre un fattore cruciale per lo sviluppo economico e turistico di un ampia area territoriale del Lazio meridionale;

            il progetto preliminare è stato approvato dal CIPE, con deliberazione n. 98 del 29 marzo 2006,

        impegna il Governo:

            ad adottare tutte le misure finanziarie normative, d'intesa con la Regione Lazio e le amministrazioni interessate, al fine di facilitare la realizzazione della pedemontana di Formia, così facilitando e rendendo più sicura la viabilità nel Sud Pontino e facilitandone lo sviluppo economico.