Ordine del Giorno n. G200 al ddl S.999-B
  • status: Respinto

testo emendamento del 24/10/08

Il Senato,

        in sede di esame del provvedimento A.S. 999-B di conversione del decreto-legge 28 agosto 2008, n. 134, recante disposizioni urgenti in materia di grandi imprese in crisi,

        premesso che:

            il Governo, a seguito di ripetute richieste formulate in Commissione Bilancio del Senato, ha testualmente dichiarato, relativamente al prestito di 300 milioni di euro concesso all'Alitalia, che lo stesso dovrà essere restituito secondo le modalità previste dal decreto-legge n. 80 nel 2008 nel minor termine tra il trentesimo giorno successivo a quello della cessione della partecipazione azionaria e il trentesimo giorno come recita il decreto stesso;

        considerato che:

            i presupposti della restituzione del prestito ponte, contenuti nel decreto-legge n. 80 nel 2008, risultano superati in quanto il Ministero dell'economia e delle finanze è prossimo alla perdita del controllo di Alitalia a seguito della cessione di parte dell'azienda alla cordata CAI;

            l'apposita procedura concorsuale prevista per la soluzione della vicenda Alitalia, porterà in sede di riparto, presumibilmente, a non poter soddisfare la restituzione al Bilancio dello Stato dei 300 milioni di euro;

            non vi è alcuna continuità nel godimento del vantaggio competitivo creato dal prestito dei trecento milioni, oggetto già di una procedura d'indagine da parte della Commissione europea;

        tenuto conto che:

            le misure adottate con il provvedimento al nostro esame non consentono di quantificare con trasparenza l'onere dell'operazione Alitalia a carico del bilancio dello Stato e dei cittadini;

            l'Unione europea, da notizie raccolte su organi di stampa, si appresterebbe a considerare il prestito ponte un aiuto di stato incompatibile con le norme comunitarie, qualora a seguito della cessione di Alitalia, lo stesso non venga recuperato al Bilancio dello Stato,

        impegna il Governo:

            ad emanare apposite misure, che superando la contraddizione evidente tra il contenuto del provvedimento in esame e quello del decreto-legge 23 aprile 2008, n. 80, consentano di recuperare al Bilancio dello Stato, in tempi certi e nel rispetto di quanto concordato in sede europea, il prestito ponte di 300 milioni di euro, maggiorato dei relativi interessi, erogato a favore di Alitalia.