Proposta di modifica n. 2.232 al ddl S.3584 in riferimento all'articolo 2.
  • status: Precluso

testo emendamento del 21/12/12

sharingList();

Dopo il comma 32 inserire il seguente:

        «32-bis. In attesa di una ridefinizione dei criteri di valutazione della disabilità aderenti a quanto previsto dalla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ratificata con legge 3 marzo 2009, n. 18 ed in particolare dell'adozione della nozione di persone con disabilità con necessità di maggior sostegno prevista dalla lettera j) del Preambolo della stessa Convenzione, ai fini dell'individuazione delle persone con grave non autosufficienza si intendono tali le persone in condizione di dipendenza vitale da assistenza continua e vigile 24 ore su 24.

        Sono tali le persone che rientrano in almeno una delle condizioni di seguito elencate.

            a) persone con gravi patologie degenerative o non reversibili in ventilazione meccanica assistita o ventilazione meccanica non-invasiva a permanenza 24 ore su 24 o in stato di coma.

            b) persone che a seguito di una malattia neoplastica, si trovano nella fase terminale, clinicamente documentabile, della loro vita (scala di Kamofsky con punteggio pari o inferiore al 30010 oppure ECOG con punteggio pari o superiore a 3);

            c) persone con grave stato di demenza valutato sulla base della scala CDRs (Clinical Dementia Rating scale), con punteggio 5.

            d) persone con patologie ad andamento cronico degenerativo con pluripatologia (valutate sulla base della scala di valutazione CIRS (Cumulative Illness Rating Scale) a 14 item, con indice di severità uguale o maggiore di 3 e con indice di comorbilità uguale o maggiore di 3) e con almeno altre due patologie, non concorrenti, oltre la principale;

            e) persone con gravissimi disagi psichici o intellettivi o sordocecità che necessitino di assistenza continuativa quotidiana con grave rischio della loro incolumità;

            f) persone con cerebro lesioni o stati vegetativi che necessitino di assistenza continuativa quotidiana con grave rischio della loro incolumità.

        Ai soli fini dell'erogazione contributi o sostegni diretti o indiretti derivanti dal Fondo per la non autosufficienza di cui all'articolo l, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, si assumono come prioritari e prevalenti i criteri indicati nel precedente elenco rispetto a situazioni di minore gravità che comunque comportino un impegno assistenziale intenso».

        Conseguentemente a decorrere dal lº gennaio 2013 le aliquote di cui all'articolo 30-bis, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2008 n. 185 come convertito dalla legge 28 gennaio 2009 n. 2, nonché tutte le aliquote di prelievo sui giochi pubblici sono unifICate al tasso del 21%. li Ministro dell'economia e delle finanze è autorizzato ad apportare le conseguenti variazioni al bilancio dello Stato».