Articolo aggiuntivo n. 1.0.24 al ddl S.3584 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Precluso

descrivi insieme agli altri utenti questo emendamento:

qui sotto puoi inserire o modificare la descrizione. Per modificare effettua il login

Inserire qui una descrizione dell'emendamento.

sei favorevole o contrario?
Nessuno ha ancora votato

testo emendamento del 21/12/12

sharingList();

Dopo l'articolo 1, aggiungere il seguente:

«Art. 1-bis.

        1. All'articolo 13 del decreto-legge 201 del 2011, dopo il comma 11, inserire i seguenti:

        ''11-bis. Dall'anno 2013 si applicano le seguenti disposizioni:

            a) è abrogata la riserva statale sul gettito dell'imposta municipale propria di cui al comma 11, ad eccezione di quanto previsto dal comma 11-ter;

            b) aall'anno 2013 una percentuale del gettito IMU ad aliquota base, calcolato in riferimento alla base imponibile di tutti gli immobili, ad eccezione dell'abitazione principale e delle relative pertinenze, da determinaisi previo accordo in sede di conferenza stato città ed autonomie locali, è devoluta al Fondo perequativo comunale istituito presso il Ministero dell'interno, ai sensi dell'articolo 13 della legge n. 42 del 2009;

            c) n fondo di cui alla lettera b) assicura il finanziamento delle funzioni fondamentali e la perequazione delle capacità fiscali in applicazione dei principi contenuti nella legge 42 del 2009; fino alla piena individuazione dei fabbisogni standard, la spesa per funzioni fondamentali è garantita in riferimento ai livelli attuali ed ai dati disponibili;

            d) in ogni caso la dotazione di risorse ad aliquota base, per singolo comune, deve variare gradualmente, in modo da assicurare la sostenibilità finanziaria;

            e) le quote assegnate a ciascun comune sono individuate attraverso apposito accordo da definire presso la conferenza stato città ed autonomie locali entro e non oltre il 30 ottobre dell'anno precedente e recepito da un decreto del ministero dell'interno da emanarsi, sentito il ministero dell'economia, entro il 30 novembre. Per l'anno 2013 tali termini sono prorogati di 120 giorni.

        11-ter. Sugli immobili classificati nelle categorie catastali del gruppo D l'imposta municipale propria si applica secondo le seguenti disposizioni:

            a) l'aliquota di base dell'imposta riservata allo Stato è stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da emanarsi contestualmente al provvedimento di cui al comma 11-bis, lettera e); al gettito derivante da questa fattispecie non si applica il comma 11-bis;

            b) l'aliquota di base dell'imposta riservata al comune è parimenti determinata dal provvedimento di cui alla precedente lettera a); il comune può modificare l'aliquota stessa, in aumento fino allo 0,3 per cento e in diminuzione fino all'annullamento;

            c) per tutti gli altri aspetti si applica la disciplina di cui al presente articolo''».

        Conseguentemente, dopo il comma 40 delllarticolo 3, inserire il seguente:

        «40-bis. All'articolo 30-bis, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2000, n. 185, come convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, sono apportate le seguenti modifiche:

            alla lettera a), sostituire 12,6 con 22,9;

            alla lettera b), sostituire 11,6 con 21,5;

            alla lettera c), sostituire 10,6 con 19,5;

            alla lettera d), sostituire 9 per cento con 16,5 per cento;

            alla lettera e), sostituire 8 per cento con 14,5 per cento».