Proposta di modifica n. 1.56 al ddl S.3558 in riferimento all'articolo 1.
argomenti:  

testo emendamento del 11/12/12

sharingList();Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

        «2-bis. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge la popolazione di ciascuna provincia soggetta al riordino di cui al comma 2, dovrà confermare il nuovo assetto territoriale attraverso un referendum. In caso di esito contrario della consultazione referendaria non si procede al predetto riordino. La consultazione referendaria sarà considerata valida solo se alla stessa parteciperà il cinquanta per cento più uno degli aventi diritto di voto. Agli oneri relativi alla predetta consultazione valutati, per l'anno 2013, in novanta milioni di euro si provvede mediante riduzione, fino alla concorrenza dell'onere, delle dotazioni di parte corrente, relative alle autorizzazioni di spesa di cui alla tabella C della legge 12 novembre 2011, n. 183, i cui stanzia menti sono iscritti in bilancio come spese rimodulabili».