Articolo aggiuntivo n. 37.0.6 al ddl S.3533 in riferimento all'articolo 37.
  • status: Precluso

testo emendamento del 06/12/12

sharingList();

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 37-bis.

        1. All'articolo 51, comma 2, lettera c) del decreto del Presidente della Repubblica n. 917 del 1986 le parole: "fino all'importo complessivo giornaliero di lire 10.240" sono così sostituite: "fino all'importo complessivo giornaliero di euro 7,12" e al comma 5 le parole: "le indennità percepite per le trasferte o le missioni fuori del territorio comunale concorrono a formare il reddito per la parte eccedente lire 90.000 al giorno, elevate a lire 150.000 per le trasferte all'estero" sono così sostituite: "le indennità percepite per le trasferte o le missioni fuori del territorio comunale concorrono a formare il reddito per la parte eccedente euro 62,55 al giorno, elevate a euro04,25 per le trasferte all'estero".

        2. A decorrere dal 1º gennaio 2013, con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze, sono aumentate le aliquote relative alla birra, ai prodotti intermedi e all'alcol etilico previste dall'allegato l del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali ed amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, al fine di assicurare un maggior gettito complessivo pari a 200 milioni di euro annui;

        3. All'allegato 1 del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, le parole: "Bitumi di petrolio lire 60.000 per mille kg" sono sostituite dalle seguenti: "Bitumi di petrolio euro 37,188 per mille kg." e le parole: "Oli lubrificanti euro 750,00 per mille kg." sono sostituite dalle seguenti: "Oli lubrificanti euro 900,00 per mille kg";

        4. Le dotazioni relative alle autorizzazioni di spesa di cui alla predetta Tabella C della legge n. 183 del 2011 sono ridotte in maniera lineare per un importo pari a 100 milioni di euro a decorrere dall'anno 2013».