Proposta di modifica n. 36.49 al ddl S.3533 in riferimento all'articolo 36.
  • status: Precluso

testo emendamento del 06/12/12

sharingList();

Dopo il comma 8, aggiungere i seguenti:

        «8-bis. La tassa di concessione governativa è dovuta ogni otto anni, indipendentemente dalla scadenza indicata nella licenza di pesca rilasciata dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, Direzione generale per la pesca marittima e l'acquacoltura. È ammesso il pagamento tardivo della tassa di concessione governativa anche oltre il termine di scadenza degli otto anni purché lo stesso avvenga entro i sei mesi successivi. In tal caso viene applicata a titolo di sanzione una sovrattassa pari al 5 per cento dell'importo della tassa ordinaria.

        8-ter. La tassa è altresì dovuta, prima della scadenza degli otto anni, in caso di variazioni sostanziali della licenza di pesca che comportano l'emanazione di un nuovo atto amministrativo.

        8-quater. Nei casi indicati al precedente comma 8-ter, la nuova licenza permane in vigore otto anni a decorrere dalla data del pagamento della medesima tassa.

        8-quinquies. Fatta eccezione per quanto previsto al comma 8-ter, in nessun caso la licenza di pesca perde validità prima della scadenza del periodo di otto anni indicato al comma 8-bis, ivi compresa l'ipotesi di pagamento tardivo di cui al medesimo comma.

        8-sexies. Ferma restando la scadenza naturale dell'atto amministrativo, la tassa di concessione governativa sulla licenza di pesca non è dovuta in caso di cambio di armatore se il passaggio avviene tra la cooperativa ed i suoi soci o viceversa, durante il periodo di vigenza della licenza.

        8-septies. Con successivo decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, da emanarsi entro il 31 dicembre 2012, sono definite le variazioni sostanziali che comportano l'emanazione di una nuova licenza.

        8-nonies. All'allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, le parole: "Bitumi di petrolio lire 60.000 per mille kg." sono sostituite dalle seguenti: "Bitumi di petrolio euro 37,188 per mille kg." e le parole: "Oli lubrificanti euro 750,00 per mille kg." sono sostituite dalle seguenti: "Gli lubrificanti euro 900,00 per mille kg."».