Articolo aggiuntivo n. 33.0.6 al ddl S.3533 in riferimento all'articolo 33.
  • status: Precluso

descrivi insieme agli altri utenti questo emendamento:

qui sotto puoi inserire o modificare la descrizione. Per modificare effettua il login

Inserire qui una descrizione dell'emendamento.

sei favorevole o contrario?
Nessuno ha ancora votato

testo emendamento del 06/12/12

sharingList();

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 33-bis.

(Modifica delle quote di partecipazione delle ATI in corso di esecuzione - modifiche all'articolo 92 del decreto del Presidente della Repubblica n.207 del 2010)

        1. All'articolo 92 del decreto del Presidente della Repubblica 207 del 2010 sono apportate le seguenti modifiche:

            a) al comma 2, sostituire l'ultimo periodo come segue: "In fase realizzativa, ove sussista la decisione di mandataria e mandanti oppure in caso di sopravvenuta impossibilità della mandataria o delle mandanti ad eseguire le prestazioni, valutata dal Responsabile del Procedimento della Stazione Appaltante, i lavori potranno essere eseguiti dai concorrenti riuniti in raggruppamento temporaneo anche in percentuali diverse da quelle indicate dalle imprese in fase di gara, fermo restando che ciascuna impresa esegua almeno il 5 per cento dell'importo dei lavori affidati al raggruppamento e purché i requisiti di qualificazione posseduti dalle imprese medesime all'atto dell'esecuzione e previo loro accertamento da parte della stazione appaltante, siano tali da consentire la realizzazione di tali nuove quote".

            b) dopo l'ultimo periodo del comma 3 aggiungere il seguente: "In fase realizzativa, ove sussista la decisione di mandataria e mandanti oppure in caso di sopravvenuta impossibilità della mandante ad eseguire le prestazioni, valutata dal Responsabile del Procedimento della Stazione Appaltante, i lavori potranno essere eseguiti dalla mandataria anche in categorie diverse da quelle indicate in fase di gara, fermo restando che in tale categoria ciascuna impresa mandante esegua almeno il 5 per cento dell'importo della categoria e purché i requisiti di qualificazione posseduti dall'impresa mandataria all'atto dell'esecuzione e previo loro accertamento da parte della stai e appaltante siano tali da consentire la realizzazione di tali lavori."».