Proposta di modifica n. 7.25 al ddl S.3534 in riferimento all'articolo 7.
  • status: Precluso

testo emendamento del 30/10/12

Al comma 11, sopprimere dalle parole: «e per la dotazione» fino alla fine del comma.

        Conseguentemente, dopo il comma 11, aggiungere il seguente:

        «11-bis. Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini, il Ministero della salute, con proprio decreto da adottare entro trenta giorni dalla data di conversione in legge del presente decreto, d'intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, e nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto del Ministero della Salute 18 marzo 2011, recante "Determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all'articolo 2, comma 46, della legge n. 191/2009", definisce i criteri e le condizioni in presenza dei quali nei seguenti mezzi di trasporto, strutture e luoghi è obbligatoria la detenzione e consentito l'utilizzo dei defibrillatori semiautomatici o automatici esterni, denominati "DAE", e di altri dispositivi salvavita:

            a) mezzi adibiti al soccorso sanitario della Polizia di Stato, dell'Arma dei carabinieri, della polizia municipale, del Corpo della guardia di finanza, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, del Corpo forestale dello Stato, del Dipartimento della protezione civile, del Corpo capitanerie di porto, nonché mezzi aerei adibiti al soccorso e al trasporto degli infermi, in tutti i mezzi di soccorso del 118, nonché nelle ambulanze private delle varie organizzazioni di soccorso;

            b) ambulatori e poliambulatori medici, nonché strutture socio-sanitarie autorizzate;

            c) grandi scali e mezzi di trasporto aerei, ferroviari e marittimi;

            d) istituti penitenziari;

            e) strutture sedi di grandi avvenimenti socio-culturali, grandi strutture commerciali e industriali;

            f) luoghi in cui si pratica attività ricreativa, Iudica e sportiva, agonistica e non agonistica anche a livello dilettantistico;

            g) strutture scolastiche e universitarie;

            h) farmacie.

        Il decreto di cui al presente comma, stabilisce altresì i termini temporali entro cui i responsabili dei mezzi di trasporto, delle strutture e dei luoghi in cui è obbligatoria la detenzione di DAE, provvedono ad adeguarsi a tale obbligo».