Proposta di modifica n. 3.101 al ddl S.852 in riferimento all'articolo 3.
  • status: Ritirato

testo emendamento del 26/09/12

Al comma 1, sostituire la lettera c) con le seguenti:

            c) dopo l'articolo 270-sexies sono inseriti i seguenti:

        «Art. 270-septies. - (Finanziamento di attività terroristica o sovversiva). È punito con la reclusione da sette a quindici anni chiunque finanzia, in modo diretto o indiretto:

            a) atti di violenza o di sabotaggio di servizi pubblici essenziali, con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico;

            b) taluno dei delitti di cui agli articoli 270, 270-bis, 270-quater, 270-quinquies e 270-octies;

            c) taluna delle condotte definite terroristiche o commesse con finalità di terrorismo, ai sensi dell'articolo 270-sexies.

            Costituisce finanziamento ai sensi del primo comma qualsiasi attività diretta, con qualsiasi mezzo, alla raccolta, provvista, intermediazione, deposito, custodia, erogazione o messa a disposizione di fondi o risorse economiche, in qualunque modo realizzati, destinati ad essere in tutto o in parte utilizzati al fine di agevolare il compimento di uno dei delitti indicati al primo comma, e ciò indipendentemente dall'effettivo utilizzo dei fondi per la commissione dei reati anzidetti.

            d) Articolo 270-octies. - (Istigazione al terrorismo) - Fuori dai casi di cui agli articoli 270-bis e 270-ter, chiunque, attraverso qualsiasi mezzo, pubblicamente distribuisce o altrimenti diffonde messaggi che incitano in modo diretto o indiretto alla commissione di atti di violenza o di sabotaggio di servizi pubblici essenziali, con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico, ovvero al compimento di condotte definite terroristiche o commesse con finalità di terrorismo, ai sensi dell'articolo 270-sexies, cagionando il pericolo della commissione degli atti o delle condotte anzidetti, è punito con la reclusione da due a sei anni.

            Ai fini di cui al primo comma, costituiscono atti di incitamento indiretto quelli che esaltano o sostengono obiettivi, metodi o risultati delle associazioni terroristiche di cui all'articolo 270-bis, ovvero che esaltano o sostengono il compimento di condotte definite terroristiche o commesse con finalità di terrorismo, ai sensi dell'articolo 270-sexies.

            e) Articolo 270-novies. - (Circostanza aggravante). - Quando un delitto è commesso con finalità di terrorismo la pena è aumentata fino alla metà.

            Quando ricorre la circostanza aggravante di cui al primo comma, le concorrenti circostanze attenuanti, diverse da quelle previste dagli articoli 98 e 114 del codice penale, non possono essere ritenute equivalenti o prevalenti rispetto a questa e le diminuzioni di pena si operano sulla quantità di pena risultante dall'aumento conseguente alla predetta aggravante.

            f) Articolo 270-decies. - (Diminuente speciale) - Le pene previste dagli articoli 270-bis, 270-ter, 270-quater, 270-quinquies, 270-septies, 270-octies, 280 e 280-bis ovvero per reati commessi con finalità di terrorismo sono diminuite fino alla metà nei confronti dell'imputato che si adopera per evitare che l'attività delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori, aiutando concretamente l'autorità di polizia o l'autorità giudiziaria nella raccolta di elementi di prova decisivi per la ricostruzione dei fatti, per l'individuazione o la cattura di uno o più autori di reati, per evitare la commissione di ulteriori reati tra quelli indicati dal presente comma e per la sottrazione di risorse rilevanti alla consumazione dei medesimi reati.

            Nei casi di cui al primo comma, la pena dell'ergastolo è sostituita con la reclusione da quindici a ventuno anni.

            Quando ricorre la circostanza di cui al primo comma, non si applica la circostanza aggravante di cui all'articolo 270-novies»;

            g) all'articolo 414, quarto comma, le parole: «delitti di terrorismo o» sono abrogate.