Proposta di modifica n. 15.18 al ddl S.3396 in riferimento all'articolo 15.
  • status: Respinto

testo emendamento del 30/07/12

RESPINTO

Dopo il comma 2 inserire il seguente:

        «2-bis. A partire dal 1º ottobre 2012, allo scopo di contenere e monitorare la spesa farmaceutica ospedaliera e quella derivante dalla distribuzione diretta da parte della ASL, tutti i farmaci per uso orale o iniettabile, con esclusione dei farmaci per uso esclusivo intravenoso, attualmente distribuiti in forma diretta da Ospedali ed ASL, sono gestiti con la modalità della ''distribuzione per conto'' e distribuiti dalle farmacie territoriali in base ad accordi regionali che prevedono una remunerazione per le farmacie non superiore al 3% del prezzo ''ex fabbrica'' dei medicinali stessi. Nell'ambito degli accordi regionali è stabilito un controllo sistematico dei consumi da parte delle farmacie dispensatrici realizzato anche con la compilazione di apposite schede personalizzate che diano conto della effettiva adesione del singolo paziente alla terapia e di tutti gli eventi negativi, inefficacia od effetti indesiderati gravi, che costringano all'interruzione o alla modifica della terapia. L'AIFA è tenuta alla compilazione di un elenco di principi attivi riservati esclusivamente alla somministrazione diretta all'interno di strutture di ricovero o di ambulatori medici e che non possano ad alcun titolo essere distribuiti sul territorio, per motivi rigorosamente scientifici, tecnici o di complessità e pericolosità d'uso».