Articolo aggiuntivo n. 20.0.3 al ddl S.3396 in riferimento all'articolo 20.
  • status: Respinto

testo emendamento del 28/07/12

RESPINTO

Dopo l'articolo 20 inserire il seguente:

Art. 20-bis.

(Legislazione regionale nelle materie
di cui all'articolo 117, commi terzo e quarto, della Costituzione)

        1. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge le regioni, con proprie leggi, sulla base di accordi stipulati in sede di Consiglio delle autonomie locali o in altra sede di concertazione prevista dai rispettivi ordinamenti, adeguano la propria legislazione alla disciplina statale di individuazione delle funzioni fondamentali, nelle materie di propria competenza legislativa ai sensi dell'articolo 117, commi tenrz e quarto, della Costituzione, regolandone le modalità di esercizio.

        2. Qualora le regioni non provvedano entro il termine di cui al comma 1, il Governo provvede in via sostitutiva fino alla data di entrata in vigore delle leggi regionali, ai sensi dell'articolo 8 della legge 5 giugno 2003, n 131.

        3. Le regioni, sulla base di accordi stipulati in sede di Consiglio delle autonomie locali o in altra sede di concertazione prevista dai rispettivi ordinamenti:

            a) conferiscono le funzioni amministrative e le relative risorse umane, finanziarie e strumentali in modo organico a comuni, province e città metropolitane al fine di evitare duplicazioni e sovrapposizioni di competenze;

            b) conferiscono agli enti locali, nelle materie di propria competenza legislativa, ai sensi dell'articolo 117, commi terzo e quarto, della Costituzione, le funzioni ad esse trasferite dallo Stato ai sensi dell'articolo 11 della presente legge, che non richiedono di essere esercitate unitariamente a livello regionale in attuazione dell'articolo 118 della Costituzione;

            c) conferiscono agli enti locali le funzioni anuninistrative esercitate dalla regione, che non richiedono l'unitario esercizio a livello regionale;

            d) conferiscono alle province, in particolare, esclusivamente funzioni di area vasta;

            e) razionalizzano e semplificano, contestualmente all'attuazione delle lettere a), b), c) e d), i livelli locali, nel rispetto dei princìpi di cui agli articoli 97 e 118 della Costituzione.

        4. La decorrenza dell'esercizio delle funzioni conferite ai sensi del presente articolo ad un ente diverso da quello che la esercita alla data dell'atto di conferimento è inderogabilmente subordinata ed è contestuale all'effettivo trasferimento da parte delle Regioni delle risorse umane e strumentali necessarie all'esercizio delle medesime, nonché al loro effettivo fmanziamento, in conformità ai princìpi e ai criteri di cui alla legge 5 maggio 2009, n. 42.

        5. Qualora, entro i termini previsti dal presente articolo, gli enti locali non abbiano provveduto all'adozione dei provvedimenti di loro competenza si procederà secondo quanto stabilito dall'articolo 8 della legge 5 giugno 2003, n. 131.».