Proposta di modifica n. 10.3 al ddl S.3396 in riferimento all'articolo 10.
  • status: Respinto

testo emendamento del 27/07/12

RESPINTO

Al comma 1, sopprimere le seguenti parole: «nel rispetto dell'autonomia funzionale e operativa degli altri uffici periferici delle amministrazioni statali».

        Al comma 2, apportare le seguenti modificazioni:

            1) all'alinea sostituire dalle parole: «fermo restando» fino alla fine del periodo con le parole: «si provvede all'accorpamento e alla razionalizzazione delle strutture periferiche dell'amministrazione dello Stato, alla concentrazione delle funzioni statali nell'ambito della Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato, alla specificazione dei compiti e delle responsabilità della Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato, e all'individuazione delle modalità atte a garantire la dipendenza funzionale della Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato, o di sue arti colazioni, dai ministeri di settore per gli aspetti relativi alle materie di competetenza secondo le seguenti norme generali regolatrici della materia».

            2) dopo la lettera a) inserire la lettera:

        «a-bis) mantenimento in capo alle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato di tutte le funzioni di competenza delle Prefetture»;

            3) sostituire la lettera b) con le seguenti:

        «b) razionalizzazione delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato, degli ulteriori uffici periferici dell'Amministrazione dell'interno e delle altre corrispondenti strutture statali che rispondono al prefetto quale autorità provinciale di pubblica sicurezza, mantenendo la circoscrizione provinciale quale ambito territoriale di competenza ovvero adeguando lo stesso ambito a quello della città metropolitana, fatta salva la possibilità di individuare, con provvedimento motivato, presidi in specifici ambiti territoriali per eccezionali esigenze connesse alla tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico, nonchè alla garanzia dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali;

        «b-bis) individuazione di eventuali strutture regionali e interregionali dell'amministrazione dello Stato che saranno anch'esse collocate presso una delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato del territorio di loro competenza»;

            4) sostituire la lettera c) con le seguenti:

        «c) attribuzione alle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato di tutte le funzioni delle amministrazioni periferiche dello Stato, qualunque sia la loro articolazione, non espressamente conferite ad altri uffici;

        c-bis) accorpamento, nell'ambito della Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato, delle strutture dell'amministrazione periferica dello Stato le cui funzioni sono esercitate presso l'ufficio medesimo«.

            5) alla lettera d), sostituire le parole: «di tutte le strutture periferiche dell'amministrazione dello Stato ed istituzione di servizi comuni» con le seguenti: «ed istituzione di servizi comuni nell'ambito delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato»;

            6) alla lettera e), sostituire le parole: «da parte di altre strutture periferiche dell'amministrazione dello Stato» con le seguenti: «nell'ambito delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato»;

            7) dopo la lettera e) aggiungere le seguenti lettere:

        «e-bis) disciplina delle modalità di svolgimento in sede periferica da parte delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato, anche mediante le Conferenze permanenti ivi istituite, di funzioni e compiti di amministrazione periferica anche nel caso in cui la competenza ecceda l'ambito provinciale;

        e-ter) mantenimento dei ruoli di provenienza per il personale delle strutture periferiche trasferite alla Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato e della disciplina vigente per il reclutamento e per l'accesso ai suddetti ruoli, nonché mantenimento della dipendenza funzionale della Prefettura-Ufficio territoriale dello Stato o di sue articolazioni dai Ministeri di settore per gli aspetti relativi alle materie di competenza;

        e-quater) assicurazione che, per il conseguimento degli obiettivi di riduzione del 25 per cento degli oneri amministrativi, entro il 2012, nell'ambito degli obiettivi della Strategia di Lisbona stabiliti dal Consiglio europeo dei Capi di Stato e di Governo del 16 e 17 giugno 2005, le amministrazioni interessate procedano all'accorpamento delle proprie strutture periferiche nell'ambito delle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato entro un congruo termine;

        e-quinquies) previsione della nomina e delle funzioni dei prefetti preposti alle Prefetture-Uffici territoriali dello Stato, quali commissari ad acta nei confronti delle amministrazioni periferiche che non abbiano provveduto nei termini previsti all'accorpamento di cui alla lettera e-sexies);

        e-sexies) previsione dell'adozione di un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze, del Ministro dell'interno, del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, sentiti i Ministri interessati, che stabilisca l'entità e le modalità applicative della riduzione degli stanziamenti per le amministrazioni che non abbiano proceduto. all'accorpamento delle proprie strutture periferiche»;

        Al comma 4, sostituire il secondo periodo con il seguente: «Le disposizioni del presente articolo non si applicano alle amministrazioni periferiche dei Ministeri degli affari esteri, della giustizia e della difesa, e agli uffici i cui compiti sono attribuiti ad agenzie statali, ad eccezione del comma 2, lettere d) ed e)».

        Conseguentemente, all'articolo 2, comma 10, sostituire le lettere c), d) ed e) con la seguente: all'accorpamento e alla riorganizzazione della rete periferica secondo quanto previsto dall'articolo 10 del presente decreto».