Proposta di modifica n. 4.200 al ddl S.3396 in riferimento all'articolo 4.
  • status: Respinto

testo emendamento del 27/07/12

RESPINTO

Sostituire il comma 8 con il seguente:

        «8. A decorrere dal 1º gennaio 2014, l'affidamento diretto può avvenire solo a favore di enti a capitale interamente pubblico, nel rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa e dalla giurisprudenza comunitaria per la gestione in house e a condizione che il valore economico del servizio o dei beni oggetto dell'affidamento sia complessivamente pari o inferiore a 200.000 euro annui. Tale ultimo limite non si applica agli affidamenti dei progetti finanziati con fondi comunitari, fondi di rotazione e fondi FAS volti anche alle regioni del Mezzogiorno nonché ai servizi diretti ai cittadini. Sono fatti salvi gli affidamenti in essere fino alla scadenza naturale e comunque fino al 31 dicembre 2013.».