Proposta di modifica n. 11.19 al ddl S.3110 in riferimento all'articolo 11.

testo emendamento del 21/02/12

Al comma 1, sostituire la parola: «3.000» con la seguente: «3.500» e conseguentemente sostituire il periodo da: «La popolazione» fino alla parola: «abitanti.» con le seguenti: «La popolazione eccedente, rispetto al parametro di cui al secondo comma, è computata, ai fini dell'apertura di una farmacia, qualora sia superiore ad almeno il cinquanta per cento del parametro stesso.».

        Conseguentemente, il comma 3 è sostituito dal seguente:

        «3. Nel rispetto del quorum fissato ai sensi del comma 1 del presente articolo e nella misura del 15% delle sedi risultanti dalla revisione straordinaria di cui al comma 2, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sentiti l'azienda sanitaria locale e l'ordine provinciale dei farmacisti competenti per territorio, possono stabilire che la farmacia sia ubicata:

            a) nelle stazioni ferroviarie grandi ed intermedie e nelle stazioni marittime, purché non sia già aperta una farmacia a una distanza inferiore a 1.000 metri;

            b) negli aeroporti civili a traffico internazionale, nelle aree di servizio autostradali ad alta intensità di traffico, servite da servizi alberghieri, nei centri commerciali e nelle grandi strutture di vendita con superficie di vendita superiore a 10.000 metri quadrati, purché non sia già aperta una farmacia a una distanza inferiore a 2.000 metri».

        Conseguentemente, al comma 2 le parole da: «In deroga» a: «comune» sono sostituite dalle seguenti: «Sulle sedi di nuova istituzione a seguito della revisione straordinaria, i Comuni possono esercitare, nella misura del 25%, il diritto di prelazione di cui all'articolo 9 della Legge 2 aprile 1968, n. 475».

        Conseguentemente, il comma 4, è soppresso.