Proposta di modifica n. 29.93 al ddl C.4865 in riferimento all'articolo 29.

testo emendamento del 17/01/12

Al comma 16, sopprimere il terzo e il quarto periodo.

Conseguentemente, dopo il comma 16, aggiungere i seguenti:
16-bis. La sospensione di cui al comma 16 si applica alle medesime condizioni anche alle esecuzioni dei provvedimenti di rilascio per i nuclei familiari che alla data del 31 dicembre 2011 risultano in stato di morosità incolpevole a causa della perdita del posto di lavoro o di sopraggiunta invalidità di uno dei componenti del nucleo familiare nei limiti delle risorse stabilite ai sensi del comma 16-ter e sulla base della procedura ivi disciplinata.
16-ter. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge sono definite le modalità di attuazione del comma 16-bis, ivi compresa la determinazione del limite massimo numerico dei soggetti interessati ai fini della concessione del beneficio di cui al comma 16-bis nel limite delle risorse predeterminate in 5 milioni di euro per l'anno 2013, tenendo conto del reddito complessivo del nucleo familiare nonché della presenza nel nucleo familiare di un anziano ultra sessantacinquenne, o di un portatore di handicap grave, ovvero di minori.
16-quater. Alle minori entrate derivanti dall'attuazione dei commi da 16 a 16-ter, valutate in 8,38 milioni di euro per l'anno 2013, si provvede mediante parziale utilizzo della quota delle entrate previste, per il medesimo anno, dall'articolo 1, comma 238, secondo periodo, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. A tal fine, dopo il secondo periodo dell'articolo 1, comma 238, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, è aggiunto il seguente: «La riassegnazione di cui al precedente periodo è limitata, per l'anno 2013, all'importo di euro 3.620.000.».