Proposta di modifica n. 1.5 al ddl C.4865 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Inammissibile

testo emendamento del 17/01/12

Dopo il comma 6, aggiungere il seguente:
7. Fermi restando i vincoli posti dal patto di stabilità interno, gli enti di cui all'articolo 7-ter, comma 21, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, sono autorizzati a definire le misure di politica attiva del lavoro di cui ai commi 550 e 551 dell'articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, nei limiti delle risorse preordinate nel bilancio dello Stato dall'articolo 41, comma 16-terdecies, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, in deroga ai vincoli legislativi di cui all'articolo 1, comma 557 dell'articolo 1, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. I termini temporali delle proroghe di cui al precedente periodo, limitatamente alla scuola dell'infanzia comunale, si applicano agli enti locali territoriali, anche in deroga alle disposizioni di cui all'articolo 20, comma 9, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, e successive modificazioni, a condizione che:
1) i medesimi Enti abbiano rispettato nell'ultimo triennio il patto di stabilità interno;
2) le assunzioni siano finalizzate in maniera documentata all'ampliamento delle unità didattiche educative (U.D.E) e del grado di ricettività dell'utenza nell'ambito del proprio territorio;
3) esistano, da almeno 3 anni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge, i corrispondenti posti in pianta organica risultanti da provvedimento formale.