Proposta di modifica n. 6.500 al ddl C.4612 in riferimento all'articolo 6.

testo emendamento del 13/09/11

Sostituire il comma 2 con il seguente:
2. Al fine di garantire un congruo periodo transitorio per consentire la progressiva entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), nonché l'efficacia del funzionamento delle tecnologie connesse al SISTRI, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, assicura, a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e sino al 1o aprile 2012, la verifica tecnica delle componenti software e hardware, anche ai fini dell'eventuale implementazione di tecnologie di utilizzo più semplice rispetto a quelle attualmente previste, organizzando, congiuntamente alle associazioni di categoria maggiormente rappresentative, test di funzionamento, previa predisposizione di protocolli per la corretta esecuzione di tali operazioni, con l'obiettivo della più ampia partecipazione degli utenti. Successivamente, in caso di esito positivo delle sopra esposte verifiche, per tutti i soggetti di cui all'articolo 1 del decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare del 26 maggio 2011, il termine di entrata in operatività del SISTRI, sarà individuato entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, nei modi di cui all'articolo 28, comma 2, del regolamento di cui al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare del 18 febbraio 2011, n. 52, e non potrà, in ogni caso, essere antecedente al 1o giugno 2012.
Dall'attuazione della presente disposizione non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

Conseguentemente, dopo il comma 3-bis, aggiungere il seguente:
3-ter. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, da emanarsi entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge, viene individuato, tra i gestori e controllori del sistema, un responsabile del procedimento, unitamente alle modalità per effettuare ricorsi amministrativi ed esposti o reclami su eventuali disfunzioni.