Proposta di modifica n. 1.237 al ddl S.2887 in riferimento all'articolo 1.

testo emendamento del 01/09/11

Al comma 31 dopo le parole: «nonché delle Autorità portuali e degli enti parco», o sono inserite le seguenti parole: «e degli enti ed organismi ad ordinamento regionale e provinciale, o, comunque, finanziati in via ordinaria dalle regioni e dalle province autonome».

        Conseguentemente dopo l'articolo 19 inserire il seguente

        «Art. 19-bis. – 1. All'articolo;2 del decreto legge 98 del 2011, sostituire il comma 4, con i seguenti: ''4. Con riferimento alle amministrazioni pubbliche inserite nel conto consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'ISTAT, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 31 dicembre 1999, n. 196, a pena di configurazione di danno erariale a carico dei soggetti responsabili, l'uso delle autovetture in dotazione a ciascuna amministrazione è ammesso esclusivamente per documentate esigenze di servizio ed è precluso per i trasferimenti da e verso il luogo di lavoro. La presente disposizione non si applica alle autovetture assegnate, ai fini di tutela e sicurezza personale, a soggetti esposti a pericolo, ai sensi dell'articolo 7, comma 3, della legge 4 maggio 1988, n. 133.

        4-bis. L'uso in via esclusiva delle autovetture di servizio è ammesso unicamente per i titolari delle cariche istituzionali di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 ottobre 2001, emanato ai sensi dell'articolo 2, commi 117 e seguenti della legge 23 dicembre 1996, n. 662. 4-ter. Ai sensi dell'articolo 2, comma 122, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, tutti coloro che hanno ricoperto cariche pubbliche a qualsiasi titolo, e che sono cessati dalla carica, perdono il diritto all'uso dell'autovettura di Stato.

        4-quater. Entro il31 ottobre 2011, ciascuna amministrazione pubblica procede alla individuazione delle autovetture in esubero ai sensi delle disposizioni del presente articolo e delle direttive della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione pubblica n. 6/2010 e n. 6/2011 recanti «Misure di contenimento e razionalizzazione della spesa delle pubbliche amministrazioni Utilizzo delle autovetture in dotazione alle amministrazioni pubbliche», ai fini della loro completa dismissione entro e non oltre il31 dicembre 2011, a pena di configurazione di danno erariale a carico dei soggetti responsabili.

        4-quinquies. Dall'attuazione pe1 presente articolo devono derivare risparmi di spesa non inferiori a 500 milioni di euro annui a decorrere dall'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto».