Ordine del Giorno n. G4.100 al ddl S.2665 in riferimento all'articolo 4.
  • status: Accolto (Accolto dal Governo)

testo emendamento del 20/04/11

Il Senato,

        considerato che:

            l'articolo 4 del decreto-legge n. 34 del 2011 differisce il termine per stabilire il calendario definitivo per la transizione alla trasmissione televisiva digitale terrestre, dettando altresì una nuova disciplina di assegnazione delle frequenze radio-televisive, anche in riferimento alla gara per i servizi di comunicazione elettronica mobili in banda larga;

            nello specifico, il suddetto articolo 4 prevede l'anticipo del passaggio al digitale terrestre dell'intera penisola dal 31 dicembre 2012 al 30 giugno 2012. Ciò significa poter concentrare gli switch off di Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Molise, Abruzzo, Calabria, Sicilia e della provincia di Viterbo in 9-10 mesi. Entro il 30 settembre prossimo, dovrebbe espletarsi l'asta sui canali 61-69, data entro la quale le compagnie telefoniche aggiudicatrici dovranno versare allo Stato il corrispettivo per l'aggiudicazione dei diritti di uso delle frequenze. Peraltro, la legge di stabilità per il 2011 prevede che il 10 per cento (fino al limite massimo di 240 milioni di euro) di tale corrispettivo dovrà poi essere retrocesso, a titolo di indennizzo, alle circa 150-180 televisioni locali espropriate;

            le emittenti locali nelle aree digitalizzate hanno investito, per la conversione degli impianti, importi decisamente superiori a quanto incasseranno con l'indennizzo. Gli editori locali temono, pertanto, di subire un ingente danno patrimoniale, oltre a quello economico determinato dal vistoso e generalizzato calo dei ricavi pubblicitari e, di conseguenza, il limite suddetto di 240 milioni di euro risulta insufficiente, atteso che le televisioni locali rischiano di essere i soggetti maggiormente penalizzati dall'asta delle frequenze,

        impegna il Governo:

            a valutare la possibilità di incrementare l'entità delle misure compensative finalizzate a promuovere un uso più efficiente dello spettro destinato alla diffusione di trasmissioni in ambito locale.

________________

(*) Accolto dal Governo