Proposta di modifica n. 2.200 al ddl S.2568 in riferimento all'articolo 2.
  • status: Ritirato

testo emendamento del 08/03/11

Sostituire il comma 1 con i seguenti:

        «1. In caso di pericolo di vita o di gravi condizioni di salute di figlio di età non superiore a dieci anni, anche con essa non convivente, la detenuta o l'imputata è autorizzata, con provvedimento urgente, a recarsi, con le cautele previste dal regolamento, a visitare l'infermo per il tempo stabilito dall'autorità giudiziaria. In caso di ricovero ospedaliero, la durata della visita può essere prorogata, tenuto conto della durata del ricovero e del decorso della patologia.

        1-bis. In caso di invio al pronto soccorso o di ricovero in una struttura ospedaliera di minore affidato alla madre detenuta che stia scontando la pena in una casa-famiglia protetta, il giudice competente autorizza la madre detenuta, con provvedimento da adottare entro ventiquattro ore dalla comunicazione del ricovero, ad accompagnare il figlio nonché a soggiornare presso la struttura ospedaliera per tutto il periodo di ricovero».