Ordine del Giorno n. G1.100 al ddl S.2568 in riferimento all'articolo 1.

testo emendamento del 08/03/11

Il Senato,

        in sede di discussione del disegno di legge recante «Modifiche al codice di procedura penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, e altre disposizioni a tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori»,

        premesso che:

            il disegno di legge, all'articolo 1, comma 3, reca l'aggiunta dell'articolo 285-bis nel codice di procedura penale, in materia di custodia cautelare in istituto a custodia attenuata per detenute madri;

            il predetto articolo aggiuntivo dispone che nelle ipotesi di cui all'articolo 275, comma 4, se la persona da sottoporre a custodia cautelare sia donna incinta o madre di prole di età non superiore a sei anni, ovvero padre, qualora la madre sia deceduta o assolutamente impossibilitata a dare assistenza alla prole, il giudice può disporre la custodia presso un istituto a custodia attenuata per detenute madri, ove le esigenze cautelari di eccezionale rilevanza lo consentano;

            il nuovo articolo introdotto non prevede la possibilità da parte del giudice di disporre, anche per i detenuti padri, la custodia presso un istituto a custodia attenuata,

        impegna il Governo:

            a valutare l'opportunità di adottare iniziative volte ad estendere tale previsione anche per i detenuti padri.