Ordine del Giorno n. G1 al ddl S.2146
  • status: Ritirato

testo emendamento del 02/03/11

Il Senato,

        esaminato l'AS 2146, recante «Aumento del contributo dello Stato in favore della Biblioteca italiana per ciechi "Regina Margherita" di Monza e modifiche all'articolo 3 della legge 20 gennaio 1994, n. 52, concernenti le attività svolte dalla medesima Biblioteca»,

        premesso che:

            il disegno di legge in esame intende potenziare l'attività della Biblioteca italiana per ciechi "Regina Margherita" di Monza, che rappresenta per molti versi un centro di eccellenza nel settore dei servizi culturali ai non vedenti;

            l'esigenza di adeguare i servizi di pubblica lettura alle esigenze dei gruppi minoritari, tra i quali quelli rappresentati dalle persone con disabilità sensitivo-motorie che non possono usufruire dei servizi principali, rende tuttavia necessario adottare ulteriori politiche di sostegno atte a potenziare l'offerta culturale degli altri centri specializzati nel settore presenti sul territorio;

            in particolare, si segnala l'attività del Centro Internazionale del Libro Parlato di Feltre, istituito nel 1983, con lo scopo di aiutare i non vedenti ad accostarsi alla lettura ed allo studio. Al Centro si rivolgono esclusivamente non vedenti, ipovedenti, dislessici, distrofici, anziani, malati terminali e tutti coloro per i quali la lettura in modo tradizionale non è possibile; già la legge 3 agosto 1998, n. 282 ha stanziato un contributo annuo dello Stato all'Unione italiana ciechi, con vincolo di destinazione al Centro nazionale del libro parlato, e al Centro Internazionale del Libro Parlato di Feltre;

            un altro centro nazionale specializzato nel settore è rappresentato dalla Biblioteca Italiana per ipovedenti «B.B.I. Onlus» di Treviso, che negli ultimi anni ha conseguito un esplicito riconoscimento dell'importanza culturale e sociale delle attività svolte in ambito regionale e nazionale; l'attività della Biblioteca italiana per ipovedenti «B.B.I. Onlus» di Treviso è sottoposta alla vigilanza del Ministero beni e attività culturali;

        impegna il Governo:

            a proseguire l'azione di potenziamento dell'offerta culturale ai non vedenti di cui alla proposta di legge in esame, valutando positivamente lo stanziamento di ulteriori contributi economici a favore degli altri centri nazionali specializzati nel settore, con particolare riferimento al Centro Internazionale del Libro Parlato di Feltre e alla Biblioteca italiana per ipovedenti «B.B.I. Onlus» di Treviso.