Ordine del Giorno n. G/1720-B/102/8 al ddl S.1720-B

testo emendamento del 27/07/10

La 8a Commissione permanente,

        in sede di esame del disegno di legge n. 1720-B recante: «Disposizioni in materia di sicurezza stradale»,

        premesso

            – che l'autotrasporto della Puglia e della Calabria hanno una loro specificità in ragione della posizione geografica delle due regioni;

– che in un viaggio medio per il nord Italia l'autotrasportatore calabrese e pugliese impiega la metà delle ore di guida a sua disposizione solo per effettuare il carico ed attraversare la regione;

            – che per garantire competitività alle aziende meridionali, il servizio di trasporto deve comunque assicurare collegamenti veloci sud nord ed il personale autista delle aziende è costretto a turni massacranti e spesso a sorvolare sugli adempimenti relativi ai tempi di guida e riposo;

            – che gli autotrasportatori pugliesi e calabresi non vogliono necessariamente muovere mezzi su strada , ma merci e sono favorevoli all'adozione di soluzioni e processi intermodali, tra strada su gomma;

            – che un collegamento marittimo da un porto meridionale dove imbarcare gli automezzi per il porto Ravenna e da qui completare agevolmente i viaggi diretti al nord, produrrebbe:

                1) la decongestione della rete viaria di circa 200 camion settimana con tutti i vantaggi ambientali che ne conseguono;

                2) il miglioramento della sicurezza della circolazione stradale tenuto anche conto che gli autisti degli automezzi potrebbero riposare durante la navigazione notturna;

                3) pari opportunità agli autotrasportatori (e di conseguenza alle imprese committenti) del meridione poiché al momento dello sbarco disporrebbero dell'intero plafond delle ore di guida per consegnare nei tempi richiesti dal mercato ottimizzando in tal modo anche la qualità del servizio;

            – che l'impresa di autotrasporto deve essere stimolata dalle istituzioni ad adottare questa soluzione intermodale, almeno sostenendo un costo immediato di imbarco non superiore ai costi che invece si sosterrebbero su strada,

        impegna il Governo ad affrontare tale tematica specifica con atti normativi adeguati all'urgenza del problema.