• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/05293 [Permettere all'Associazione pedagogica steineriana Janua di restare nei locali della scuola media statale "Riccardo Quartararo" a Roma]



Atto Senato

Risposta scritta pubblicata nel fascicolo n. 136
all'Interrogazione 4-05293

Risposta. - In relazione a quanto rappresentato riguardo all'attività svolta dall'associazione pedagogica steineriana "Janua" presso i locali della scuola media statale "R. Quartararo" di Roma, si forniscono le seguenti informazioni acquisite dal competente Ufficio scolastico regionale per il Lazio, al quale il Dirigente scolastico della scuola ha presentato, a sua volta, una dettagliata relazione.

Si precisa, anzitutto, che la cessione temporanea di alcuni locali della scuola all'associazione rientra tra le finzioni ed i poteri nell'attività negoziale che afferiscono al Dirigente scolastico il quale, come prescritto dall'art. 32 del regolamento contabile delle istituzioni scolastiche approvato con decreto n. 44 del 2001, si avvale del parere del Consiglio d'istituto per la successiva stipula di apposite convenzioni con l'ente o associazione richiedente.

Tale attività viene esercitata dalla scuola nell'ambito della propria autonomia, senza il coinvolgimento degli organi dell'amministrazione scolastica.

Il Dirigente scolastico ha riferito che la convenzione stipulata tra la scuola media statale "Quartararo" e l'associazione Janua ha durata annuale e, pertanto,viene sottoposta al parere del Consiglio d'istituto della scuola per il suo eventuale rinnovo.

Tale modalità procedurale, si legge nella relazione, "intendeva deliberatamente non creare alcuna obbligazione permanente per i firmatari, consentendo, nel frattempo - sia all'Associazione che alla scuola statale - di poter corrispondere alle eventuali modifiche delle proprie reciproche esigenze, anche in considerazione dell'eventuale variazione del numero dei frequentanti".

In effetti, come è noto all'interrogante, i bambini frequentanti l'associazione Janua, nel corso di 10 anni, sono passati da 15 a 170. Ciò ha comportato, da un lato, l'esigenza per l'associazione stessa di acquisire maggiori spazi, dall'altro, la necessità per la scuola, che ha registrato - a sua volta - un progressivo aumento delle richieste di iscrizione, di non sottrarre tali spazi alle attività didattiche e di laboratorio.

Tale situazione ha indotto il Consiglio d'istituto a deliberare per il non rinnovo della convenzione per l'anno scolastico 2011/2012; tale esito è stato comunicato all'associazione con congruo anticipo (primi di marzo) rispetto alla data di scadenza della convenzione medesima (31 agosto 2011).

Della questione è stato interessato anche il Presidente del Municipio XV, il quale ha chiesto un nuovo incontro tra l'associazione ed il Consiglio d'istituto, da effettuarsi entro il 30 giugno 2011, al fine di riesaminare la questione.

Il Consiglio d'istituto si è riunito il giorno 30 giugno ed ha confermato integralmente la delibera di non rinnovo della convenzione con l'associazione steineriana Janua. L'organo collegiale, tuttavia, ha preso atto della necessità di una tempistica maggiore, rispetto alla prevista data del 31 agosto 2011, per consentire all'associazione di trasferire tutte le proprie attività educative, ed ha, pertanto, deliberato che quest'ultima possa fruire dei locali sinora utilizzati sino al 31 dicembre 2011.

GELMINI MARIASTELLA Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca

31/08/2011