• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/05105 [Decisione del comune di Rocchetta di Vara di inserire la promozione dell'attività venatoria tra i progetti di educazione ambientale]



Atto Senato

Risposta scritta pubblicata nel fascicolo n. 136
all'Interrogazione 4-05105

Risposta. - Si informa che il tema dell'educazione ambientale è al centro della politica dell'amministrazione, che non ha mancato di assumere diverse iniziative da proporre alle istituzioni scolastiche.

Si ricordano le linee guida per l'educazione e lo sviluppo sostenibile, emanate congiuntamente con il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, inviate con nota del 14 dicembre 2009 agli Uffici scolastici regionali, agli Uffici di ambito territoriale ed ai Dirigenti scolastici.

Esse si propongono di fornire alcuni orientamenti innovativi di educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile per l'elaborazione di curricoli da parte degli istituti scolastici e per l'organizzazione delle attività educative e didattiche. Alle linee guida sono allegate anche alcune schede tecniche di approfondimento tematico.

È stato rinnovato anche il protocollo d'intesa con la Lega antivivisezione, con il quale ci si impegna a promuovere congiuntamente nelle scuole attività dedicate al rispetto dei diritti di tutti gli esseri viventi, nonché alla sensibilizzazione su tali tematiche di docenti e studenti.

Alla fine del 2010 è stato poi sottoscritto con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali un protocollo d'intesa con il quale, nel rispetto dei ruoli e delle competenze istituzionali, ci si impegna a diffondere l'educazione all'ambiente e allo sviluppo sostenibile.

Esso prevede, tra l'altro, iniziative nel campo dell'educazione ambientale atte a favorire in particolare: 1) la conoscenza diretta del territorio e del suo patrimonio ambientale e naturalistico, attraverso programmi didattici modulati per le scuole di ogni ordine e grado; 2) la diffusione nelle scuole dei valori di un volontariato sensibile alle problematiche dell'ambiente, del territorio e ai bisogni delle comunità locali e, nel contempo, attento alle esigenze globali, promuovendo i valori della cittadinanza e del vivere sociale.

A tal fine, saranno realizzati materiali informativi e promozionali in tema di educazione all'ambiente e sviluppo sostenibile e saranno organizzati seminari, incontri e dibattiti su tematiche ambientali, elaborando progetti mirati agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, nonché campagne di comunicazione e di informazione sugli obiettivi perseguiti dall'atto assunto.

Inoltre, le istituzioni scolastiche, nell'ambito dell'autonomia loro riconosciuta, possono intraprendere le iniziative ritenute più idonee da inserire nel piano dell'offerta formativa (POF).

In merito al presunto coinvolgimento delle scuole elementari di Rocchetta Vara (La Spezia) in un progetto comunale di caccia al cinghiale, il Ministero ha chiesto alla Direzione regionale scolastica per la Liguria di fornire informazioni.

Dalla relazione pervenuta all'articolazione territoriale ligure del Ministero emerge che la dirigente scolastica dell'istituto comprensivo "Val di Vara", venuta a conoscenza della vicenda tramite la stampa, ha immediatamente interpellato le insegnanti dell'istituto, che hanno confermato di essere state contattate dall'Assessore alla cultura del Comune di Rocchetta Vara, per la realizzazione di un progetto comunale. È stato precisato a proposito che il rappresentante della Giunta locale aveva infatti proposto loro una generica attività di "educazione ambientale", nella quale sarebbero stati presenti anche alcuni cani da caccia e che le medesime insegnanti hanno dichiarato di non aver aderito in alcun modo all'iniziativa.

La dirigente ha altresì precisato di aver pubblicamente dichiarato di non condividere assolutamente quanto espresso dal Sindaco, aggiungendo che l'attività in questione non rientrava tra quelle programmate dalla scuola e approvate nel POF e nella programmazione periodica e che nessuna attività relativa alla caccia era stata fatta, né sarebbe stata intrapresa con i bambini della scuola primaria dell'istituto comprensivo.

GELMINI MARIASTELLA Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca

31/08/2011