• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/01294 MUSSOLINI. - Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso...
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01294 presentata da ALESSANDRA MUSSOLINI
venerdì 10 ottobre 2008, seduta n.065
MUSSOLINI. - Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. - Per sapere - premesso che:





da alcuni mesi sono in corso i lavori per l'installazione di un ripetitore Vodafone a Napoli, in Via Cupo Bolino;



tale ripetitore si verrebbe a trovare nelle immediate vicinanze di una scuola dell'infanzia e primaria denominata «La Giocosa», a pochi passi dagli spazi esterni utilizzati dai bambini per la coltivazione di un orto botanico;


poco distante dal ripetitore si trova anche un'altra scuola materna ed elementare la «G. Rodari», sita in Via Pini di Solimene a San Giorgio a Cremano (Napoli);


un comitato di genitori dei bambini frequentanti le due scuole si è subito opposto alla installazione dell'impianto, considerandolo nocivo per la salute dei piccoli scolari, interrompendo più volte i lavori degli operai ed ottenendo un tavolo di concertazione con i tecnici della Vodafone, il Dirigente scolastico, l'assessore all'Ambiente del Comune di Napoli dottor Nasti, alcuni Consiglieri Comunali dei due comuni interessati ed altri organi competenti;


il confronto, tenutosi prima dell'estate scorsa, ha portato alla sospensione dei lavori ed all'impegno di cercare un sito diverso;


tuttavia, successivamente a quella data, in altre due circostanze (3 agosto e 24 settembre), il comitato dei genitori ha fermato i lavori di costruzione del ripetitore, che erano stati ripresi dalla ditta incaricata -:


quali iniziative intendano assumere i Ministri interrogati, per verificare che il ripetitore non venga realizzato in un sito nel quale possa arrecare danni di inquinamento elettromagnetico per i cittadini che vivono e lavorano nella zona interessata, nonché per i bambini che frequentano gli attigui istituti scolastici. (4-01294)