• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05534-bis- ... [Sugli automezzi dei vigili del fuoco]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05534-bis-B/042presentato daSCHIRRU Amaliatesto diVenerdì 21 dicembre 2012, seduta n. 738

La Camera,
premesso che:
il decreto-legge n. 95 del 2012 (spending review) prevede all'articolo 5 comma 2, a decorrere dal 2013 la riduzione delle spese relative alla gestione del parco automezzi delle pubbliche amministrazioni, fissando un tetto pari al 50 per cento delle spese sostenute per l'anno 2011:
«A decorrere dall'anno 2013, le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) ai sensi dell'articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, nonché le autorità indipendenti, ivi inclusa la commissione nazionale per le società e la borsa (Consob), e le società dalle stesse amministrazioni controllate non possono effettuare spese di ammontare superiore al 50 per cento della spesa sostenuta nell'anno 2011 per l'acquisto, la manutenzione, il noleggio e l'esercizio di autovetture, nonché per l'acquisto di buoni taxi; il predetto limite può essere derogato, per il solo anno 2013, esclusivamente per effetto di contratti pluriennali già in essere. La predetta disposizione non si applica alle autovetture utilizzate dall'Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco o per i servizi istituzionali di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, per i servizi sociali e sanitari svolti per garantire i livelli essenziali di assistenza, ovvero per i servizi istituzionali svolti nell'area tecnico-operativa della difesa. I contratti di locazione o noleggio in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto possono essere ceduti, anche senza l'assenso del contraente privato, alle Forze di polizia, con il trasferimento delle relative risorse finanziarie sino alla scadenza del contratto. Sono revocate le gare espletate da Consip s.p.a. nell'anno 2012 per la prestazione del servizio di noleggio a lungo termine di autoveicoli senza conducente, nonché per la fornitura in acquisto di berline medie con cilindrata non superiore a 1.600 cc per le pubbliche amministrazioni».
la norma, nata per la riduzione della spesa per le cosiddette «auto blu», si applica in realtà a tutti i mezzi immatricolati come autovetture, alle pubbliche amministrazioni come previsto dall'articolo 1 comma 2 legge 31 dicembre 2009 n. 196 e quindi anche all'Ente foreste della Sardegna;
per evitare la paralisi di importanti servizi istituzionali si è prevista un'esenzione (al comma 2) per alcune tipologie, quali le autovetture in dotazione al corpo dei Vigili del fuoco;
l'Ente foreste, non rientrando in tali esenzioni, dovrà applicare la norma alla aliquota dell'autoparco classificabile tra le cosiddette «auto blu» o grigie: circa 170 automezzi impiegati nelle attività di cantieristica forestale ma anche nei compiti istituzionali di protezione civile ed antincendio (come da legge regionale n. 24 del 1999);
l'applicazione della norma impedirà non solo lo svolgimento integrale della regolare attività di cantiere ma anche la campagna antincendio AIB2013 e dell'attività di protezione civile, non solo dall'Ente foreste della regione Sardegna che istituzionalmente svolge detta attività (legge regionale n. 24 del 1999 articolo 3 comma 1C) ma anche delle altre componenti «civili», con conseguenze immaginabili sul patrimonio boschivo e ambientale della regione;
si rende necessario chiarire in modo inequivocabile la opportunità di inserire tali mezzi fra quelli esclusi dall'applicazione della limitazione (al pari degli analoghi mezzi del corpo nazionale dei Vigili del fuoco;
il provvedimento in oggetto, così come modificato dall'altro ramo del Parlamento, prevede opportunamente misure volte ad assicurare continuità operativa del servizio antincendio, attraverso il rifinanziamento della flotta aerea pesante destinata alla lotta agli incendi boschivi,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di adottare misure, anche di natura interpretativa, volte eventualmente a riconoscere una deroga al decreto-legge n. 95 del 2012 articolo 5 comma 2, per gli automezzi utilizzati istituzionalmente per l'attività antincendio boschiva e di protezione civile, chiarendo come le autovetture utilizzate istituzionalmente nell'attività antincendio boschivo e protezione civile non possano essere soggette, al pari delle autovetture dei Vigili del fuoco, alla limitazione delle spese di esercizio come le normali autovetture di servizio o rappresentanza.
9/5534-bis-B/42. Schirru.