• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05534-bis- ... [Personale per le attività connesse alla ricostruzione successiva al sisma del 1997 in Umbria]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05534-bis-B/011presentato daBOCCI Gianpierotesto diVenerdì 21 dicembre 2012, seduta n. 738

La Camera,
premesso che:
le attività connesse alla ricostruzione successiva al sisma del 1997, che ha interessato gran parte del territorio umbro, pur essendo in via di conclusione, rappresentano a tutt'oggi un onere estremamente impegnativo per gran parte dei comuni interessati, che si trovano quotidianamente a dover espletare l'attività connessa ai controlli sugli interventi privati previsti dalla legge n. 61 del 1998 e dalle successive leggi regionali, oltre che quella inerente le rendicontazioni ai sensi di legge delle opere pubbliche e private;
alcuni comuni, tra cui quello di Nocera Umbra, hanno subito, nel corso degli anni, un rallentamento dell'attività di ricostruzione in ragione della complessità delle procedure in relazione ai rilevanti danni ai centri e ai borghi storici, che hanno comportato la necessità di avvalersi, in maniera quasi generalizzata, delle procedure della cosiddetta ricostruzione integrata;
un altro comune, quello di Valtopina, pur avendo saputo affrontare efficacemente l'emergenza e la ricostruzione, registra ancor oggi la necessità di far fronte a diverse e gravose attività tecnico-amministrative legate al sisma e non ancora concluse, tra cui il problema del sequestro cautelativo, per irregolarità normative e costruttive, della frazione di Giove, un borgo di 57 unità immobiliari;
altri comuni – Vallo di Nera e Monte Santa Maria Tiberina – pur trovandosi a gestire una meno complessa attività di ricostruzione, hanno risentito e risentono tutt'oggi di un inadeguato dimensionamento del personale tecnico e amministrativo di cui dispongono;
il venir meno alla data del 31 dicembre 2012, per i suddetti comuni, della possibilità, ai sensi di quanto previsto dall'articolo 14 della legge n. 61 del 1998, le cui risorse sono state da ultimo integrate con la Legge finanziaria per l'anno 2008, di avvalersi del personale assunto a tempo determinato, rischia di compromettere gli ingenti sforzi compiuti fino ad oggi nel processo di ricostruzione post sisma, vanificando gli importanti risultati raggiunti;
ad oggi, in detti comuni, operano 43 dipendenti a tempo determinato, di cui 4 nel comune di Valtopina, 1 nel comune di Vallo di Nera, 1 nel comune di Monte Santa Maria Tiberina e i restanti 37 nel comune di Nocera Umbra e la loro attività risulta essenziale per il proseguimento e il completamento delle attività descritte,

impegna il Governo

a verificare la possibilità di ricomprendere il suddetto personale precario nella proroga dei contratti della pubblica amministrazione e nella quota del 40 per cento riservata nei concorsi pubblici, anche al fine di non disperdere l'importante patrimonio di professionalità che esso rappresenta per gli enti locali interessati.
9/5534-bis-B/11. Bocci.