• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/19288 [Garantire che le imprese edili impiegate a seguito del sisma in Emilia possano vedere onorati i crediti entro tempi certi]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-19288 presentata da LUCA BELLOTTI
venerdì 21 dicembre 2012, seduta n.738
BELLOTTI. - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Per sapere - premesso che:


i terremoti avvenuti nella zona della pianura emiliana, e specialmente gli eventi più intensi, superiori al 5o grado della scala Richter, registrati nei giorni del 20 e 29 maggio 2012, hanno provocato ingentissimi danni al patrimonio storico e artistico;


alcune strutture, come quelle adibite al culto, hanno già subito significativi interventi di messa in sicurezza;


molte imprese, nell'attivarsi prontamente e nel predisporre le dovute misure d'intervento, regolarmente commissionate, hanno sostenuto oneri che risultano, in taluni casi, assai ingenti;


tali oneri non sarebbero stati in alcuni casi, secondo precise testimonianze raccolte dall'interrogante, compensate da parte del committente pubblico;


si ritiene fondamentale che, in casi come quelli del sisma emiliano, le suddette imprese ricevano prontamente il compenso pattuito, non solo per garantire la pronta attivazione del privato in caso di future emergenze, ma anche per dare sollievo ad aziende che sono radicate nei territori colpiti -:


se sia a conoscenza dei fatti esposti fatti esposti in premessa e quali iniziative di propria competenza ritenga di poter attuare per garantire che le imprese edili impiegate dal committente pubblico negli interventi necessari a seguito dei sismi che hanno colpito Emilia Romagna, Veneto e Lombardia nel maggio 2012 possano vedere onorati i crediti entro tempi certi. (4-19288)