• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/19217 [Iniziative per riconoscere la cittadinanza italiana ai senegalesi feriti da un estremista di destra a Firenze]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-19217 presentata da ANDREA SARUBBI
mercoledì 19 dicembre 2012, seduta n.736
SARUBBI. - Al Ministro dell'interno. - Per sapere - premesso che:

il 13 dicembre 2011, in piazza Dalmazia a Firenze, furono barbaramente assassinati da un estremista di destra, Gianluca Casseri, i cittadini senegalesi Modou Samb e Mor Diop. Nello stesso frangente rimasero feriti in maniera grave Sougou Mor, Mbengue Cheike e Moustapha Dieng, quest'ultimo con conseguenze tali da renderlo cronicamente non autosufficiente;

a circa un anno di distanza da quel gesto efferato troppo pochi sono stati i segnali di cambiamento e non si è assistito ad una perdurante mobilitazione nel Paese. Per questo, nel primo anniversario, è stata presentata una petizione da parte di Pape Diaw, Presidente dell'Associaziorie dei senegalesi di Firenze, perché sia concessa la cittadinanza italiana ai tre ragazzi rimasti feriti nella brutale aggressione: Moustapha Dieng, 34 anni, Sougou Mor, 32 anni, e Mbengue Cheike, 42 anni;

in meno di una settimana la petizione, rilanciata dal portale change.org, ha già superato le 13.500 sottoscrizioni;

quanto è accaduto un anno fa è frutto di una cultura, di una ideologia violenta e razzista alla quale la stragrande maggioranza degli italiani è estranea. Riconoscere ai tre ragazzi senegalesi feriti la cittadinanza italiana sarebbe l'ulteriore dimostrazione del rifiuto da parte del nostro Paese di ogni forma di razzismo e della volontà di tutelare chiunque ne sia oggetto -:

se il Ministro dell'interno, vista la rilevanza del caso, non intenda avviare le procedure necessarie a realizzare quanto chiesto nell'oggetto della petizione. (4-19217)