• Testo della risposta

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/16649 [Assicurare l'immediata tracciabilità dei pagamenti verso le imprese private interessate a tutti i lavori nell'area del sisma in Emilia]



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata martedì 11 dicembre 2012
nell'allegato B della seduta n. 732
All'Interrogazione 4-16649 presentata da
LAURA GARAVINI
Risposta. - Con l'interrogazione in esame si chiede al Ministro dell'interno di assumere iniziative per assicurare l'immediata tracciabilità dei pagamenti effettuati in favore di imprese private dai soggetti beneficiari di sovvenzioni pubbliche erogate per la ricostruzione delle zone terremotate dell'Emilia Romagna.
Occorre precisare, in premessa, che le «terze linee guida» diramate dal Comitato di coordinamento per l'alta sorveglianza delle grandi opere - pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 31 dicembre 2010 - hanno esteso anche alla cosiddetta «ricostruzione privata» il regime della tracciabilità finanziaria.
Dette linee guida muovono dall'esigenza di omogeneità dei controlli antimafia da perseguirsi e realizzarsi nell'ambito degli interventi affidati alle pubbliche amministrazioni e tendono, conseguentemente, ad armonizzare ed ottimizzare le procedure di tracciabilità finanziaria.
In questo quadro, appare necessario che il destinatario del contributo, al momento della presentazione della domanda di richiesta di aiuto economico, indichi all'amministrazione concedente il conto corrente bancario o postale dedicato anche in via non esclusiva.
L'assegnazione, poi, di un cup (codice unico di progetto), che segue un progetto dalla nascita fino alla sua realizzazione, permette l'intercettazione del denaro pubblico attraverso tutti i suoi passaggi, in riferimento al progetto che lo ha originato.
Si sottolinea, inoltre, che il Ministro dell'interno ha istituito il gruppo interforze per la ricostruzione dell'Emilia Romagna (girer) quale apposito organismo con il compito di monitorare e analizzare le informazioni sulle verifiche antimafia ed i risultati dei controlli svolti presso i cantieri interessati alla ricostruzione delle opere pubbliche nelle zone interessate dal sisma e di tutte le situazioni o anomalie suscettibili di interesse per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nelle attività di ricostruzione.
Il girer, che è composto da rappresentanti delle Forze di polizia e della Direzione investigativa antimafia, è istituito presso il Dipartimento della pubblica sicurezza e opera in stretto accordo con il Comitato di coordinamento per l'alta sorveglianza delle grandi opere (Ccasgo).
Da ultimo, si rappresenta che gli uffici investigativi delle Forze dell'ordine dell'Emilia Romagna assicurano un'attenta azione di monitoraggio dalle possibili infiltrazioni delle organizzazioni criminali di tipo mafioso in quel territorio, anche con riguardo all'opera di ricostruzione conseguente ai gravi eventi sismici.

Il Sottosegretario di Stato per l'interno: Carlo De Stefano.