• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05569/001 [Riconoscimento della qualificazione professionale degli ufficiali transitati in altri ruoli della pubblica amministrazione ]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05569/001presentato daBRUNO Donatotesto diMartedì 11 dicembre 2012, seduta n. 732

La Camera,
considerato che le Forze armate, ivi incluse le Forze di polizia a ordinamento militare, investono annualmente ingenti risorse umane, finanziarie e organizzative per addestrare, nelle rispettive accademie, i quadri ufficiali, consentendo agli stessi di acquisire una specificità professionale nella direzione, nel coordinamento e nel controllo delle risorse loro affidate;
preso atto che talvolta alcune di tali risorse professionali transitano in altri ruoli della pubblica amministrazione, ivi comprese le Magistrature, previo superamento dei relativi concorsi pubblici, particolarmente selettivi;
ritenuto che gli stessi ufficiali, pur avendo meritoriamente acquisito un diverso status giuridico, conservano inalterate le loro peculiarità professionali, in special modo coloro che hanno svolto servizio permanente effettivo per almeno dieci anni;
ritenuto, pertanto, di dover ottimizzare al massimo l'impiego di tali peculiari capacità manageriali, qualificandone la specificità professionale e consentendo che la stessa sia utilizzata nel modo più proficuo anche presso le nuove istituzioni ove prestano servizio;
condiviso pienamente l'ordine del giorno n. G3.103 adottato dall'Assemblea del Senato in data 6 novembre 2012 e accolto dal Governo,

impegna il Governo

ad assumere ogni necessaria iniziativa affinché sia disposto anche il riconoscimento, esclusivamente di carattere giuridico e senza alcuna valenza sul piano economico, della particolare qualificazione professionale degli ufficiali transitati, a seguito di concorso pubblico, in altri ruoli della pubblica amministrazione, ivi comprese le Magistrature, dopo almeno dieci anni di servizio permanente effettivo senza demerito, ai fini della valutazione dei loro titoli di servizio nelle procedure selettive interne e per trasporre le esperienze multidisciplinari e le capacità gestionali relative alla direzione, al coordinamento e al controllo delle risorse umane, finanziarie e strumentali, già maturate nel contesto delle amministrazioni militari, anche nei nuovi ambiti istituzionali ove prestano servizio.
9/5569/1. Bruno.