• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/18984 [Controllo dei fondi statali destinati a riparare i danni causati dalle calamità naturali]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18984 presentata da ANTONIO RAZZI
martedì 11 dicembre 2012, seduta n.732
RAZZI. - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro dell'interno, al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che:

la regione Toscana ha avuto soprattutto in questi ultimi tempi un numero sempre maggiore di esondazioni e di alluvioni;

il presidente della regione richiede fondi statali per riparare i «danni» causati dalle «condizioni meteorologiche»;

il presidente della regione anche recentemente ha dichiarato al giornale Pubblico del 29 novembre 2012 che «Il maltempo sta facendo enormi disastri. Ma finiamola di parlare di bombe d'acqua improvvise: ormai, il cambiamento climatico a cui stiamo assistendo, e non solo nella nostra regione, è la normalità: attrezziamoci prima, per evitare danni più consistenti alle famiglie. Meno male abbiamo proibito costruzioni, a ridosso delle zone a rischio, che potevano creare ancora più problemi alla gente. E abbiamo speso 150 milioni in tre anni, per la prevenzione in tutta la Toscana»;

su iniziativa dei vertici della regione Toscana sono state modificate norme regionali permettendo interventi più «aperti» rispetto a norme di maggiore tutela di cui alla legge regionale n. 66 del 2011;

tali interventi sono stati permessi in zone ad alto indice sismico riconosciute dagli stessi vertici della presidenza e protezione civile regionale o su cui gli stessi vertici hanno richiamato l'attenzione;

con simili «elargizioni finanziarie» da parte dello Stato si rischia di premiare la non cautela -:

quali iniziative finanziarie si intendano intraprendere per evitare aggravi di finanza nel bilancio dello Stato;

se e quali iniziative «normative» si intendano intraprendere nell'interesse generale ai fini di elevare i criteri della sicurezza e della incolumità.(4-18984)