• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/08620 [Tutela dei lavoratori dell'Università del Salento]



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-08620 presentata da TERESA BELLANOVA
venerdì 7 dicembre 2012, seduta n.731
BELLANOVA. - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che:

da quanto si apprende dagli organi di stampa circa 40 precari operanti nell'Università del Salento - in gran parte tecnici ed amministrativi dell'area informatica - rischiano di trovarsi senza un lavoro a seguito della scadenza di contratto il 15 dicembre 2012;

questi lavoratori, di concerto con le organizzazioni sindacali, sembrerebbe abbiano dichiarato lo stato di agitazione dopo la notizia del mancato rinnovo dei contratti a seguito dello «stop dei revisori dei conti dello stesso Ateneo», tanto da arrivare a mettersi tutti in ferie fino a scadenza e la causa, da quanto si legge, pare essere «la mancanza di risorse che metterebbe in difficoltà l'amministrazione universitaria»;

le stesse organizzazioni sindacali contestano «che si sia arrivati a ridosso della scadenza per affrontare la questione»; peraltro si sono svolti nella giornata di lunedì e martedì scorso, tra l'amministrazione universitaria, le parti sindacali e i precari, degli incontri dai quali sembrerebbe essere scaturito che «i contratti a tempo determinato non saranno trasformati a tempo indeterminato, neppure nei casi in cui ci siano le condizioni per poterlo fare»;

questa notizia ha suscitato tra i lavoratori un clima di sconforto e paura per il prossimo futuro, famiglie, molto spesso con figli che da un giorno all'altro si vedranno costrette a fare a meno di uno stipendio avendo sulle spalle mutui ed altre pendenze da evadere e bilanci economico-familiari da dover affrontare;

la mancata proroga dei contratti da parte dell'università del Salento per questi lavoratori, rischia, inoltre, di creare anche un disagio reale alla stessa struttura che finirebbe, facendo a meno di queste risorse, col razionalizzare servizi che dovrebbero essere a vantaggio dell'utenza: gli studenti -:

se il Ministro interrogato non ritenga di dover urgentemente intervenire per quanto di competenza affinché le aspettative dei lavoratori che hanno maturato il diritto ad essere stabilizzati non vengano d'un tratto infrante, creando anche gravi ripercussioni sull'assetto familiare ed economico degli stessi e non per ultimo sui servizi offerti agli studenti, anche incrementando i fondi per il finanziamento del sistema universitario. (5-08620)