• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.7/01056 [Rispetto della tradizionale celebrazione cattolica del Natale nelle scuole materne e primarie]



Atto Camera

Risoluzione in Commissione 7-01056 presentata da PAOLA FRASSINETTI
giovedì 6 dicembre 2012, seduta n.730
La VII Commissione,

premesso che:

in occasione dell'approssimarsi delle festività natalizie, la dirigente scolastica della scuola materna di Caorso, in provincia di Piacenza, che conta circa centoventi bambini, ha vietato l'allestimento del presepe e la rappresentazione di ogni riferimento religioso univoco, asserendo di averlo fatto per non offendere i bambini di religione diversa da quella cattolica;

i genitori dei bambini hanno manifestato con fermezza la loro indignazione e contrarietà a tale decisione ed hanno chiesto che, in occasione dell'approssimarsi delle festività natalizie, fosse esposto il presepe e che durante le recite fossero intonati anche canti religiosi natalizi;

casi simili a quello di Carso sono accaduti anche in altre scuole d'Italia e la decisione di vietare l'allestimento del presepe è frutto di una sbagliata e fuorviante interpretazione del principio di integrazione sociale e rispetto del pluralismo culturale. Per favorire la convivenza con chi proviene da altri Paesi, non serve cancellare i nostri usi e le nostre tradizioni, rischiando di generare incomprensioni e barriere. Integrazione significa conoscenza reciproca e tolleranza per le diversità, senza imporre alcuna rinuncia,

impegna il Governo

ad impedire che ai bambini delle scuole materne e primarie venga negato il diritto di celebrare la festività del Santo Natale attraverso l'allestimento del presepe e l'organizzazione di rappresentazioni e canti natalizi di tipo religioso, garantendo che in ogni istituto scolastico siano valorizzate le nostre tradizioni culturali, scongiurando in questo modo il rischio di negare ai nostri ragazzi, attraverso l'imposizione di astratte e fuorvianti neutralità ideologiche e religiose, l'apprendimento della propria identità e la possibilità di celebrarla nelle forme tipiche della nostra tradizione.


(7-01056) «Frassinetti».