• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/08722 [Sulla chiusura dei piccoli uffici postali]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08722 presentata da FRANCO CARDIELLO
mercoledì 21 novembre 2012, seduta n.838

CARDIELLO - Ai Ministri dell'economia e delle finanze e dello sviluppo economico - Premesso che:

il piano di riorganizzazione di Poste italiane prevede la chiusura di oltre 1.000 uffici postali dislocati sul territorio nazionale;

tale riorganizzazione ha provocato proteste generalizzate da parte dei territori colpiti che cercano, comprensibilmente, di salvaguardare un servizio pubblico che consente agli utenti di soddisfare necessità riconosciute quali "primarie";

premesso, inoltre, che:

nel piano di riorganizzazione rientra la chiusura dell'ufficio postale di Gorga frazione di Stio (Salerno) avvenuta, come previsto, il 20 novembre 2012;

insieme all'ufficio postale di Gorga sono stati soppressi altri uffici postali della zona di Sala Consilina come, per esempio, Cardile di Gioi, Buccino, Villa Littoria, Moio della Civitella, Pattano, Teggiano, Ogliastro e Olevano sul Tusciano;

i sindaci dei comuni interessati sono intenzionati a mettere a punto una strategia comune per bloccare i provvedimenti di chiusura;

la chiusura degli uffici postali causa infatti pesanti disagi a tutta la popolazione locale, in particolare agli anziani che sono presenti in grande numero,

l'interrogante chiede di sapere se il Governo, per quanto di competenza, intenda attivarsi presso Poste italiane SpA quale società interamente partecipata perché dia conto del piano di riorganizzazione e cessi la chiusura generalizzata e diffusa di uffici piccoli e medi diffusi sul territorio, con particolare riferimento ai Comuni sopra indicati.

(4-08722)