• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/01387 ANGELI. - Al Ministro degli affari esteri, al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che: la ex legge 153 non ha più...
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01387 presentata da GIUSEPPE ANGELI
mercoledì 22 ottobre 2008, seduta n.070
ANGELI. - Al Ministro degli affari esteri, al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che:



la ex legge 153 non ha più valore in sede extra europea e non permette gli interventi necessari sul territorio;


l'editoria italiana riserva scarsa attenzione alla produzione di materiale didattico (cartaceo e multimediale) per il mercato dell'America Latina, (materiale che diventa inesistente quando si parla di bambini e adolescenti);


le procedure di formazione e aggiornamento del corpo docente utilizzando risorse locali, d'accordo con università italiane, garantendo così la continuità di un processo formativo che non può essere quello saltuario offerto oggi continua ad essere alla base dei rapporti scolastici dell'america meridionale;


i sussidi previsti nei capitoli di spesa a questo argomento dedicati non sono stati erogati per intero negli anni 2005, 2006, 2007 -:


se e quando il Governo intenda saldare i sussidi erogati per gli anni scolastici 2004 e seguenti, dal momento che molti istituti stanno già chiudendo per mancanza di denaro necessario alla remunerazione degli stipendi ai docenti di lingua italiana;


se il Governo intenda promuovere tutte le azioni necessarie perché siano disponibili su tutto il territorio materiali didattici multimediali relativi a tutte le fasce scolastiche e in grado di soddisfare le esigenze di un mercato esponenziale;


se il Governo intenda produrre normative chiare e finalizzate all'effettiva diffusione della lingua italiana, dando agli enti status per produrre certificazioni che siano valide lungo tutto l'excursus scolastico;


se il Governo intenda promuovere la nascita di una scuola parallela tra l'Italia ed i vari stati che intendono usufruirne, per formare i futuri formatori scolastici al di fuori del territorio italiano.(4-01387)