• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/08638 [Iniziative per i piccoli comuni]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08638 presentata da STEFANO PEDICA
giovedì 8 novembre 2012, seduta n.833

PEDICA - Ai Ministri dell'interno, dell'economia e delle finanze e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

l'articolo 23 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, ricomprende tra le funzioni amministrative relative alla materia «beneficenza pubblica» le attività relative: a) all'assistenza economica in favore delle famiglie bisognose dei detenuti e delle vittime del delitto; b) all'assistenza post -penitenziaria; c) agli interventi in favore di minorenni soggetti a provvedimenti delle autorità giudiziarie minorili nell'ambito della competenza amministrativa e civile; d) agli interventi di protezione sociale di cui agli articoli 8 e seguenti della legge 20 febbraio 1958, n. 75;

l'articolo 25 attribuisce ai Comuni «Tutte le funzioni amministrative relative all'organizzazione ed alla erogazione dei servizi di assistenza e di beneficenza»;

in ordine all'esercizio delle attività di cui sopra moltissimi Comuni sono in sofferenza finanziaria, ove non in condizioni di grave squilibrio economico, anche a causa del susseguirsi dei tagli ai trasferimenti erariali e dell'incremento del contributo del comparto alle manovre di finanza pubblica;

in particolare, i Comuni con popolazione al di sotto dei 3.000 abitanti ricevono fondi di importo esiguo, appena sufficienti a mantenere l'illuminazione elettrica,

si chiede di sapere:

se e quali iniziative di competenza il Governo intenda adottare, onde evitare che le fasce più deboli della popolazione siano penalizzate, se non private dei diritti alla tutela e alla solidarietà economica nonché all'assistenza sociale garantiti dalla Costituzione e da essa affidati alla Repubblica;

se e come intenda rispondere, per quanto di competenza, alle esigenze dei piccoli Comuni.

(4-08638)