• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05520-AR/0 ... [Agevolare la ripresa economica nelle aree colpite dal terremoto]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05520-AR/028presentato daGHIZZONI Manuelatesto diGiovedì 8 novembre 2012, seduta n. 716

La Camera,
premesso che:
a oltre cinque mesi dal grave sisma che ha colpito le province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo si è positivamente concluda la fase di emergenza: sono stati chiusi tutti i campi; sono state riaperte tutte le scuole attraverso la realizzazione di 28 scuole temporanee che ha permesso a circa 18 mila studenti di ritornare tra i banchi; si è provveduto alla messa in sicurezza degli edifici riducendo fortemente l'estensione delle «zone rosse»; è stato avviato il meccanismo per il finanziamento della ricostruzione degli edifici produttivi e delle abitazioni private che si è concretamente avviato;
il sisma ha colpito una delle zone maggiormente produttive del nostro Paese, con un tessuto produttivo fortemente impegnato in filiere e che rappresenta quasi il 2 per cento del Pil nazionale; altresì, il territorio colpito produce un gettito fiscale e tributario pari ad oltre sei miliardi di euro l'anno;
il provvedimento in esame affronti solo parzialmente il tema delle scadenze e delle rateizzazioni degli adempimenti fiscali e contributivi e non tiene conto delle esigenze di omissione fiscale per favorire la ripresa economica dell'area,

impegna il Governo:

al fine di agevolare la ripresa dell'attività economica dell'area, ad inserire, nella fase di discussione del primo provvedimento utile, normative atte a risolvere i principali problemi ancora aperti sul versante fiscale con particolare attenzione:
alle aziende e agli esercenti di attività commerciali o agricole che hanno avuto un danno al reddito della propria impresa e per i quali non è prevista alcuna misura;
ai lavoratori, per i quali non è stato previsto il meccanismo della cessione del quinto dello stipendio per i contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali;
ai professionisti fino ad ora esclusi da ogni intervento di sostegno.
9/5520-A-R/28. Ghizzoni, Miglioli, Santagata, Lenzi, Marco Carra.