• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/08578 [Avviare un'indagine approfondita e complessiva sulla rete degli enti e dei comitati di gestione delle iniziative scolastiche]
LEGGI ANCHE IL TESTO DELLA RISPOSTA ALL'INTERROGAZIONE
Testo della risposta scritta



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08578 presentata da GIULIANA CARLINO
mercoledì 31 ottobre 2012, seduta n.826

CARLINO - Al Ministro degli affari esteri - Premesso che:

risulta all'interrogante che la Fondazione per il perfezionamento professionale e l'assistenza scolastica (Fopras) di Basilea sia un ente che gestisce diverse attività di carattere formativo, con un cospicuo bilancio annuo. La Fopras beneficia tuttora di significativi contributi finanziari, sia da parte del Ministero degli affari esteri sia per progetti finanziati dal Ministero del lavoro e politiche sociali;

la Fopras è sorta nel 1987 su iniziativa delle rappresentanze elettive e delle associazioni operanti nella comunità italiana della circoscrizione di Basilea. Grazie ad un intervento finanziario notevole da parte dello Stato italiano, essa ha potuto dotarsi sin dalla sua costituzione di una sede particolarmente prestigiosa, del valore stimato nell'ordine di diverse centinaia di migliaia di euro;

considerato che:

il decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, recante "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini", prevede, nell'arco del quinquennio 2012-2017, una notevole riduzione del contingente di personale scolastico da comandare all'estero (400 unità di personale in meno, corrispondente al 45 per cento dell'attuale organico);

la riduzione opera nel presente anno scolastico 2012-2013 con la soppressione di 138 posti, producendo quindi già da ora effetti negativi sui servizi scolastici e sull'attività dei lettorati;

enti e comitati di natura privatistica e di diritto locale, pur nelle ristrettezze di un bilancio sempre più ridotto, hanno ricevuto e ricevono ancora significativi contributi da parte del Ministero;

tale scenario comporterà inevitabilmente la fine dell'intervento diretto delle istituzioni pubbliche e l'estensione di forme di privatizzazione, con la conseguente richiesta alle famiglie di contributi sempre più cospicui per assicurare la continuità dell'insegnamento della lingua e cultura italiana;

ad avviso dell'interrogante, l'erogazione indiscriminata e scarsamente selettiva dei contributi da parte del Ministero, anche ad enti e comitati, non garantisce criteri assoluti di trasparenza;

considerato inoltre che:

risulta all'interrogante che in data 29 ottobre 2009, il Consiglio di fondazione della Fopras, senza informare ufficialmente associazioni e Comites, avrebbe proceduto ad una modifica del proprio statuto, modificando l'art. 5, il quale stabiliva la nomina del consiglio di fondazione da parte dei Comites della circoscrizione consolare, come pure la rappresentanza del locale consolato d'Italia. In base a tale modifica statutaria la Fopras si "autocostituirebbe", in quanto il consiglio di fondazione nomina in assoluta autonomia i propri membri e può mantenerli in carica sino a 12 anni (salvo ulteriori e sempre possibili modifiche statutarie);

l'interrogante ritiene che con questo atto la Fopras sia venuta meno al suo iniziale impegno di ente rappresentativo della comunità italiana: esso rappresenta infatti, ad opinione dell'interrogante, una rottura del patto originario, in quanto l'ente si è così reso autonomo da ogni forma di controllo e di partecipazione esterna, acquisendo assoluta discrezionalità nelle scelte che concernono la gestione del personale e delle risorse finanziarie,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non intenda avviare, in tempi brevi, un'indagine approfondita e complessiva sulla rete degli enti e dei comitati di gestione delle iniziative scolastiche, in particolare in relazione ai seguenti aspetti: natura giuridica e criteri di composizione degli organi decisionali; rapporti con le locali autorità scolastiche e consolari; modalità di impiego dei fondi pubblici e privati; criteri di assunzione dei docenti ed elenco effettivo degli alunni che frequentano i corsi;

se, nell'ambito di tale indagine, non intenda procedere con urgenza, rispetto alla fondazione per il perfezionamento professionale e l'assistenza scolastica (Fopras), al fine di: chiarire i termini in cui si è proceduto alla modifica statutaria ed in particolare alla cancellazione della rappresentanza del membro di nomina consolare all'interno del consiglio di fondazione; chiarire i termini in cui si è proceduto alla modifica statutaria ed in particolare alla cancellazione della rappresentanza del membro designato dalla competente autorità dei Cantoni di Basilea Città, Basilea Campagna e Soletta all'interno del consiglio di fondazione; porre in essere ogni utile iniziativa volta al ripristino del disposto statutario precedente, che affidava ai Comites la nomina del consiglio di fondazione; valutare una rivisitazione dei criteri di erogazione dei contributi all'ente.

(4-08578)