• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.5/08165 [Conservazione del sangue cordonale nell'ospedale di Mantova]



Atto Camera

Interrogazione a risposta in Commissione 5-08165 presentata da MARCO CARRA
giovedì 18 ottobre 2012, seduta n.706
MARCO CARRA. - Al Ministro della salute. - Per sapere - premesso che:

l'associazione Onlus Bamco (Banca autologa mantovana del cordone ombelicale) opera a Mantova dal 2002 con finalità di utilità sociale per consentire ai genitori dei nati nella provincia di Mantova, che ne avessero fatto richiesta, il congelamento e la conservazione nel tempo delle cellule staminali del proprio bambino, altrimenti perdute assieme alla placenta;

dal 2002 al 2010, Bamco ha raccolto e conservato 2.500 sacche di sangue cordonale per uso autologo;

in ragione del decreto ministeriale 18 novembre 2009 recante «Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato», viene esclusa la possibilità di proseguire nell'attività di raccolta del sangue cordonale, consentendone tuttavia l'esportazione del campione presso strutture operanti all'estero, previo rilascio del nulla osta da parte della regione territorialmente competente secondo le modalità di cui all'accordo Stato-regioni del 29 aprile 2010;

il 17 luglio 2012, il direttore generale dell'azienda ospedaliera di Mantova «Carlo Poma», azienda con la quale Bamco ha siglato un protocollo d'intesa che prevedeva l'organizzazione del servizio di bancaggio del cordone presso l'ospedale di Mantova con la copertura di tutti i costi da parte di Bamco stessa, ha inviato una lettera all'associazione Bamco, interpretando correttamente la normativa vigente, attraverso la quale ha comunicato l'intenzione di avviare il trasferimento delle sacche di sangue cordonale raccolto in altra sede, secondo le disposizioni contenute nel decreto ministeriale 18 novembre 2009 richiamato al primo paragrafo;

le famiglie mantovane (circa 2.500) coinvolte nella straordinaria attività di Bamco sono sconcertate dall'idea di dover trasferire il sangue cordonale raccolto lontano dal luogo nel quale esse vivono, dovendo peraltro affrontare nuove e maggiori spese -:

se il Ministro intenda assumere iniziative per apporre dei correttivi alla normativa vigente in modo tale da consentire a queste famiglie di poter conservare il sangue cordonale presso la struttura ospedaliera di riferimento e cioè, nel caso sottoposto dal sottoscritto, presso l'azienda ospedaliera di Mantova. (5-08165)