• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.9/05291-A/029 [Individuare agevolazioni fiscali più efficaci per i redditi da lavoro dipendente derivanti da attività prestata all'estero ]



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/05291-A/029presentato daBERARDI Amatotesto diVenerdì 12 ottobre 2012, seduta n. 702

La Camera,
premesso che:
la legge delega in esame intenda introdurre norme dirette a ridurre, eliminare o riformare le spese fiscali (cioè esenzioni, detrazioni, deduzioni, ecc.) che appaiono, in tutto o in parte, ingiustificate o superate alla luce delle mutate esigenze sociali o economiche o che costituiscono una duplicazione;
la disposizione prevede che, nella predisposizione dei decreti legislativi, il Governo tenga conto delle priorità di tutela della famiglia, della salute, delle persone economicamente o socialmente svantaggiate, del patrimonio artistico e culturale, della ricerca e dell'ambiente;
sarebbe opportuno che il Governo intervenisse sulla vicenda della tassazione dei redditi da lavoro dipendente all'estero;
la maggior parte degli ordinamenti tributari prevede che i cittadini siano assoggettati a imposta per i redditi ovunque prodotti, mentre, per quanto riguarda i non residenti, è prevista la tassazione dei soli redditi conseguiti nello Stato;
la contemporanea applicazione di tali principi determina, a livello internazionale, fenomeni di duplicazione di imposta, contro i quali il rimedio è il riconoscimento di un credito di imposta a fronte delle imposte pagate all'estero;
si tratta però di un rimedio che opera con ritardo (nella maggior parte dei casi al termine del secondo anno, quando non in epoca ancora successiva) ed avviene in occasione delle operazioni di conguaglio o della presentazione della denuncia dei redditi che abbiano luogo dopo l'accertamento della definitività dell'imposta estera. Nel frattempo si determina, accanto alla ritenuta dell'imposta estera, anche quella dell'imposta italiana,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di individuare agevolazioni fiscali più efficaci per i redditi da lavoro dipendente derivanti da attività prestata all'estero al fine di evitare un aggravio fiscale ingiusto nei confronti di tale tipologia di lavoratori.
9/5291-A/29. Berardi.