• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.9/01108/020 in sede di esame del disegno di legge n. 1108, di conversione del decreto-legge n. 137 del 2008, premesso che: l'articolo 1 prevede, a decorrere dal...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/1108/20 presentato da ALBERTINA SOLIANI
giovedì 23 ottobre 2008, seduta n.077

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge n. 1108, di conversione del decreto-legge n. 137 del 2008,
premesso che:
l'articolo 1 prevede, a decorrere dal prossimo anno scolastico, l'insegnamento in tutti i cicli di istruzione di «Cittadinanza e Costituzione»;
l'acquisizione delle competenze relative a «Cittadinanza e Costituzione» è finalizzata a formare futuri cittadini informati, consapevoli e responsabili per la società di domani;
la formazione del futuro cittadino presuppone pertanto la consapevolezza e l'introiezione dei valori e dei principi riconosciuti come fondativi dell'identità europea, nonché la condivisione della vocazione internazionalistica sottesa alla nostra Carta costituzionale;
l'auspicato processo di rafforzamento delle istituzioni comunitarie e del progetto europeo come comunità dei valori e dei diritti postula la crescita di un'identità europea dei suoi cittadini;
in questo senso è importante formare i nostri giovani come «cittadini d'Europa» facendo loro conoscere meglio le istituzioni europee e i diritti fondamentali tutelati nei trattati istitutivi, nella Dichiarazione universale dei diritti umani, nella Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali e nel Trattato di Lisbona;
si ritiene, infatti, necessario ampliare e precisare la dimensione europea dell'insegnamento attraverso strategie e pratiche educative finalizzate alla realizzazione di una «educazione civica europea» intesa essenzialmente come introduzione a un senso di cittadinanza rispettoso delle differenze interculturali presenti nel Paese, attento ai fattori costituenti l'identità della propria cultura ma anche della cultura europea in generale;
allo stesso modo si ritiene necessario che l'insegnamento di queste competenze non sia limitato solo all'ambito delle aree storico-geografica e storico-sociale, ma che sia esteso a tutte le aree disciplinari, per un monte ore di almeno trentatré ore annuali,
impegna il Governo:
ad adottare, anche nel corso della prossima sessione di bilancio, le opportune iniziative volte a reperire risorse adeguate per la formazione dei docenti finalizzata all'acquisizione di competenze necessarie all'insegnamento di «Cittadinanza e Costituzione», anche con un profilo europeo che permetta di formare cittadini appartenenti ad una dimensione europea, interculturale e tollerante;
ad inserire, all'interno dei programmi di formazione del personale scolastico, anche specifici insegnamenti relativi ai diritti e alle libertà fondamentali sanciti dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, nonché alla struttura dell'ordinamento comunitario, alla luce delle innovazioni introdotte dal Trattato di Lisbona;
ad adottare le opportune iniziative per estendere l'insegnamento delle nuove competenze nell'ambito di tutte le aree disciplinari.
(numerazione resoconto Senato G1.102)
(9/1108/20)
SOLIANI, RUSCONI, GARAVAGLIA MARIAPIA, BASTICO, CERUTI, FRANCO VITTORIA, MARCUCCI, SERAFINI ANNA MARIA, VERONESI, VITA, ZAVOLI