• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
C.4/17969 [Assicurare la permanenza in servizio annuale della motovedetta dei carabinieri attualmente basata a Villasimius, in Sardegna]



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-17969 presentata da GIULIO CALVISI
giovedì 4 ottobre 2012, seduta n.697
CALVISI e FADDA. - Al Ministro dell'interno, al Ministro della difesa. - Per sapere - premesso che:

è di questi ultimi tempi la notizia che riguarda la soppressione della base navale dell'Arma dei carabinieri con conseguente trasferimento della motovedetta attualmente in servizio a Villasimius;

già da tempo la motovedetta dei Carabinieri presta servizio per l'intero anno con base operativa a Villasimius, ma garantendo nel contempo anche il servizio sino a Villaputzu e sino a Torre delle Stelle;

su questo territorio insiste l'area marina protetta di Capo Carbonara di interesse nazionale e internazionale che abbraccia una superficie in mare di 100 chilometri quadrati il cui ente gestore è il comune di Villasimius;

a Villasimius è situato un porto turistico di interesse nazionale di 850 posti barca, aperto e operante tutto l'anno e consolidatosi negli ultimi anni come l'unico porto di tutto il Sud Sardegna in grado di ospitare navi da diporto sino a 50 metri;

l'economia prevalente dell'intero sud-est della Sardegna si sviluppa prevalentemente sul mare, interessando anche una considerevole parte del golfo degli Angeli, attraverso numerose strutture ricettive e di servizio che attraggono, durante la stagione estiva, oltre un milione e mezzo di presenze turistiche, ed è, dunque, di tutta evidenza che tutto ciò comporta la necessità di una serie di attività di vigilanza, controllo, prevenzione e repressione che non possono essere svolte, per competenza, preparazione e formazione dai soli vigili urbani;

solo per un breve periodo durante la stagione estiva, sono presenti altri corpi di polizia di interesse nazionale e che in caso di emergenza, solo la motovedetta dei carabinieri è dislocata a Villasimius mentre gli altri mezzi debbono partire necessariamente da Cagliari;

i sindaci di Sinnai, Maracalagonis, Castiadas, Muravera, Villaputzu si sono unitamente espressi in relazione alla assoluta necessità che la motovedetta dei carabinieri di stanza a Villasimius continui ad operare per tutto l'anno sui territori e lungo le coste dei suddetti comuni;

sono sotto gli occhi di tutti gli innumerevoli risultati positivi conseguiti dall'azione quotidiana della motovedetta e dal suo equipaggio, peraltro riscontrati costantemente dalla stampa, in materia di sicurezza, di contrasto delle infrazioni e dei reati, di assistenza e pronto intervento in caso di incidenti in mare: infatti, da quando la motovedetta ha iniziato ad operare annualmente in questo territorio, sono, da un lato diminuiti i reati contro l'ambiente, il patrimonio, le persone, e, dall'altro, è notevolmente aumentata la percezione di sicurezza che, sicuramente, è un elemento di competitività territoriale non indifferente -:

se i Ministri non ritengano, per garantire la sicurezza e per favorire lo sviluppo dei territori interessati, di dover assicurare la permanenza in servizio annuale della motovedetta dei carabinieri attualmente basata a Villasimius, considerata anche la massima disponibilità dimostrata, pure nell'esiguità delle risorse a loro disposizione, dagli enti locali coinvolti per fare fronte a taluni aspetti derivanti dai costi che dal mantenimento in attività della motovedetta potrebbero derivare.
(4-17969)