• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte

Atto a cui si riferisce:
S.4/08326 [Garantire anche ai cittadini-utenti del Sud Italia, particolarmente a quelli della Campania, il diritto alla fruizione dei programmi radiofonici Rai]



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08326 presentata da DIANA DE FEO
mercoledì 3 ottobre 2012, seduta n.806

DE FEO, POSSA, PARAVIA, LEONI, IZZO, GARAVAGLIA Mariapia, ARMATO, VILLARI, ESPOSITO, GIULIANO, COMPAGNA, BEVILACQUA, PETERLINI, PROCACCI, SIBILIA, DE ECCHER, MILONE, FASANO, ASCIUTTI, CURSI, GALLO, VALENTINO, LAURO, PICHETTO FRATIN, CARDIELLO, PONTONE, BURGARETTA APARO, GRAMAZIO, CALABRO', PALMA, CALIGIURI, TOTARO, VIESPOLI, MENARDI, VICECONTE, LATRONICO, BODEGA, BALBONI, ALBERTI CASELLATI, BONFRISCO, FERRARA, CHIAROMONTE - Al Ministro dello sviluppo economico - Premesso che:

il 18 settembre 2012 la RAI, senza alcun preavviso, ha spento il trasmettitore in onde medie di Napoli-Marcianise;

la soppressione rende problematico, per i radioascoltatori, seguire i radiogiornali e le trasmissioni di approfondimento e di utilità sociale;

il trasmettitore, a fronte di un dispendio economico assai contenuto, consentiva di raggiungere un rilevante bacino di utenza in tutto il Sud della penisola;

gli utenti del servizio radiofonico, in gran parte anziani e diversamente abili, primi fra tutti i non vedenti, che da anni ascoltavano i programmi di Radio Rai, vivono, oggi, una situazione di grave disagio e, soprattutto, non hanno più alcun punto di riferimento informativo;

premesso, inoltre, che:

agli interroganti risulta che, attualmente, il segnale radiofonico sia inesistente o fortemente disturbato o coperto da quello delle numerose radio private;

gli utenti radiotelevisivi italiani tutti sono soggetti al pagamento di canone di abbonamento;

lo spegnimento del trasmettitore potrebbe configurare, ad avviso degli interroganti, l'ipotesi di interruzione di servizio pubblico, prevista e sanzionata dal codice penale;

considerato che la Rai con la sottoscrizione del contratto di servizio con il Ministro in indirizzo ha assunto specifici obblighi in termini di copertura del servizio pubblico,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di quanto sopra;

se e in quali modi intenda intervenire al fine di garantire anche ai cittadini-utenti del Sud Italia, particolarmente a quelli della Campania, il diritto alla fruizione dei programmi radiofonici Rai, ovvero se e in quali modi di competenza intenda agire al fine di agevolare la riaccensione del trasmettitore di Napoli-Marcianise in attesa di individuare adeguate soluzioni idonee a garantire la ricezione dei canali Radio Rai al Sud, e particolarmente in Campania.

(4-08326)