• Testo DDL 3215

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3215 Istituzione del Giorno dell'Unità d'Italia





Legislatura 16ª - Disegno di legge N. 3215


 
 

Senato della Repubblica

XVI LEGISLATURA

 

N. 3215
 
 
 

 

DISEGNO DI LEGGE

d’iniziativa dei senatori Mariapia GARAVAGLlA, ANDRIA, Vincenzo DE LUCA,
SOLIANI, CHITI, MAZZUCONI, MARCUCCI, ARMATO, DEL VECCHIO, DONAGGIO, DI  GIOVAN PAOLO, CHIURAZZI, DE SENA, BASSOLl, ANTEZZA, BASTICO e  MONGIELLO

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MARZO 2012

Istituzione del Giorno dell’Unità d’Italia

 

Onorevoli Senatori. – Le recenti celebrazioni svolte si su tutto il territorio nazionale per il 150º anniversario dell’Unità d’Italia hanno visto una larga partecipazione di cittadini di ogni età e di ogni orientamento politico e hanno risvegliato in moltissimi un sentimento di amor di patria che sembrava sopito.

    Affinché tale sentimento non si affievolisca, ma continui a vivere e a rafforzarsi insieme all’orgoglio per la nostra storia, riteniamo sia utile e necessario che il 17 marzo, giorno in cui fu proclamato lo Stato nazionale italiano, venga riconosciuto quale «Giorno dell’Unità d’Italia»;
    Riteniamo, infatti, necessario, tanto più in considerazione del delicato e, per molti versi, difficile momento che sta attraversando il nostro Paese, che il 17 marzo di ogni anno diventi l’occasione per ricordare a tutti gli italiani il significato profondo dell’unità nazionale e risvegliare quei sentimenti con cui possiamo e dobbiamo ancora oggi identificarci.
    L’istituzione del Giorno dell’Unità d’Italia servirà proprio a questo, a diffondere e approfondire tra gli italiani il senso della missione e dell’unità nazionale.
    Come già sottolineato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nei suoi numerosi interventi e, in particolare, nel suo discorso alle Camere riunite del 17 marzo scorso « .... la memoria degli eventi che condussero alla nascita dello Stato nazionale unitario – ha detto il Capo dello Stato – e la riflessione sul lungo percorso successivamente compiuto, possono risultare preziose nella difficile fase che l ’Italia sta attraversando, in un’epoca di profondo e incessante cambiamento della realtà mondiale... Orgoglio e fiducia, innanzitutto. Non temiamo di trarre questa lezione dalle vicende risorgimentali!».
    Pertanto con il presente disegno di legge proponiamo che il 17 marzo sia riconosciuto solennità civile ai sensi dell’articolo 3 della legge 27 maggio 1949, n. 260.
    In occasione del Giorno dell’Unità d’Italia le istituzioni pubbliche promuovono e organizzano manifestazioni e cerimonie ufficiali e possono essere organizzati convegni, incontri e dibattiti e promosse iniziative per ricordare la storia del Risorgimento Italiano.

 

DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

    1. La Repubblica italiana riconosce il 17 marzo, giorno in cui fu proclamato lo Stato nazionale italiano, quale «Giorno dell’Unità d’Italia».

    2. Il Giorno di cui al comma 1 è considerato solennità civile ai sensi dell’articolo 3 della legge 27 maggio 1949, n. 260. Essa non determina riduzioni dell’orario di lavoro degli uffici pubblici né, qualora cada in giorno feriale, costituisce giorno di vacanza o comporta riduzione di orario per le scuole di ogni ordine e grado, ai sensi degli articoli 2 e 3 della legge 5 marzo 1977, n. 54.

Art. 2.

    1. In occasione del Giorno di cui al comma 1 le istituzioni pubbliche promuovono e organizzano manifestazioni e cerimonie ufficiali e possono essere organizzati convegni, incontri e dibattiti e promosse iniziative per ricordare la storia del Risorgimento italiano.

Art. 3.

    1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.


torna su