• Testo DDL 2124-B

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.2124-B Modifiche dei circondari dei tribunali di Pesaro e Rimini





Legislatura 16ª - Disegno di legge N. 2124-B


 
 

Senato della Repubblica

XVI LEGISLATURA

 

N. 2124-B
 
 
 

 

DISEGNO DI LEGGE

d’iniziativa dei senatori BERSELLI, MAZZATORTA, DELLA MONICA,
LI GOTTI, MUGNAI e D’ALIA

(V. Stampato n. 2124)

approvato dal Senato della Repubblica il 2 marzo 2011

(V. Stampato Camera n. 4130)

modificato dalla Camera dei deputati il 17 gennaio 2012

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza
il 18 gennaio 2012

Modifiche dei circondari dei tribunali di Pesaro e di Rimini

 

 

 

DISEGNO DI LEGGE

DISEGNO DI LEGGE

Approvato dal Senato della Repubblica

Approvato dalla Camera dei deputati

—-

—-

Art. 1.

Art. 1.

(Modifiche tabellari)

(Modifiche tabellari)

    1. Alla tabella A allegata all’ordinamento giudiziario, di cui al regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:

    1.  Identico:

        a) nel circondario del tribunale di Pesaro sono soppressi i comuni di Casteldelci, Maiolo, Montecopiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello;

        a)  identica;

        b) nel circondario del tribunale di Rimini sono inseriti i comuni di Casteldelci, Maiolo, Montecopiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello.

        b) nel circondario del tribunale di Rimini sono inseriti i comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello;

 

        c) nel circondario del tribunale di Urbino è inserito il comune di Montecopiolo;

 

        d) nel mandamento del giudice di pace di Novafeltria è soppresso il comune di Montecopiolo;

 

        e) nel mandamento del giudice di pace di Macerata Feltria è inserito il comune di Montecopiolo.

Art. 2.

Art. 2.

(Disciplina dei procedimenti pendenti)

(Disciplina dei procedimenti pendenti)

    1. Le disposizioni della presente legge non determinano spostamenti di competenza per territorio rispetto ai procedimenti civili e penali pendenti alla data della sua entrata in vigore, fatta eccezione per i procedimenti penali per i quali non è stata ancora esercitata l’azione penale.

    Identico

Art. 3.

Art. 3.

(Modifiche delle piante organiche)

(Modifiche delle piante organiche)

    1. Con decreto del Ministro della giustizia, da emanare entro due mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono apportate, nell’ambito delle risorse umane disponibili a legislazione vigente e senza nuovi o maggiori oneri per il bilancio dello Stato, le opportune modifiche alle piante organiche degli uffici giudiziari dei tribunali di Pesaro e di Rimini.

    Identico


torna su